Il nuovo modo di leggere libri

Cloud: tutti sulla “nuvola”

Tutto quello che c’è da sapere sul Cloud, la “nuvola” più famosa del web.

Cosa_e_il_cloud_come_funziona1-620x348

In informatica con il termine inglese cloud computing o semplicemente Cloud (letteralmente significa nuvola informatica) si indica un paradigma di erogazione di risorse informatiche, come l’archiviazione, l’elaborazione o la trasmissione di dati, caratterizzato dalla disponibilità on demand attraverso Internet a partire da un insieme di risorse preesistenti e configurabili.

In breve. Se amate scattare tantissime foto e registrare video, oppure semplicemente vi piace portare in vacanza tutta la vostra biblioteca virtuale o file importanti, sapete benissimo che la memoria sugli smartphone o sui tablet non è mai abbastanza e quindi dovete necessariamente utilizzare una memoria esterna come un SD Card oppure una penna USB.

Ma se malauguratamente doveste perderla? Dovete dire addio ai vostri ricordi?

No, se usate lo spazio di archiviazione Cloud.

Le scelte sicuramente non mancano e noi ve ne proponiamo alcune.

Google Drive

Il colosso di Mountain View offre agli utenti ben 15 GByte di spazio di archiviazione gratuito in modo da poter conservare articoli, progetti, messaggi, disegni, registrazioni, video ed effettuare il backup delle foto. E’ possibile anche eseguire la scansione dei documenti cartacei, scaricando l’app Drive per Android, semplicemente scattando una foto del documento che in automatico verrà archiviato come file PDF.

In base alle proprie esigenze è possibile sfruttare un ulteriore spazio di archiviazione: 1,99 euro/ mese per 100 Gbyte e 9,99 euro/ mese per 1 TetraByte.

Chi lavora spesso fuori casa e quindi ha necessità di accedere continuamente a documenti importanti, può scaricare anche l’app Google Docs che permette di creare e modificare file direttamente dal proprio dispositivo mobile. E’ possibile lavorare anche in modalità offline in modo da visualizzare i documenti anche quando il dispositivo mobile ha una ricezione del segnale scadente.

Gli appassionati di musica potranno invece sfruttare l’app Google Play Musica che permette di archiviare sul cloud fino a 50 mila brani musicali. E’ possibile creare delle playlist ed eventualmente ascoltare anche la radio.

Scaricalo qui.

Dropbox

DropBox è sicuramente il Cloud più famoso e maggiormente utilizzato dagli utenti. E’ davvero ottimo soprattutto se vi serve esclusivamente per archiviare le vostre foto e documenti e quindi non vi interessano altre funzioni. Purtroppo però offre solo 2 GByte di spazio gratuito anche se è possibile sfruttare ulteriore spazio mediante alcune “scorciatoie”. Ad  esempio potete utilizzare il programma di referral, connettere il vostro account ai vari social network oppure utilizzare MailBox o l’applicazione Carousel.

Dispone anche di una versione Business che ha un costo di 12 euro al mese mentre la versione base vi permette a 9,99 euro /mese di ottenere 1 TetraByte aggiuntivo

E’ disponibile per tutte le piattaforme quindi iOS, Windows, Linux, Windows Phone, Blackberry, Android e Mac.

Scaricalo qui se vuoi ottenere 500 MByte aggiuntivi.

OneDrive

OneDrive è stato lanciato il 27 gennaio 2014 ma fondamentalmente si tratta del vecchio SkyDrive, un servizio cloud di Microsoft attivo dal 2007.

OneDrive offre agli utenti 15 GByte di spazio gratuito ed è disponibile sulle piattaforme Windows, Windows Phone, Mac OS X, iOS, Android, Xbox 360 e Xbox One. Se la memoria sul Cloud non dovesse bastarvi, potete sempre sottoscrivere un abbonamento e richiedere ben 50 GByte a soli 2 euro al mese. Inoltre, per tutti coloro che sono abbonati a Office 365, Microsoft offre gratuitamente 1 TetraByte.

Oltre ad archiviare file ed immagini, è possibile anche attivare il backup automatico per le foto e video registrati dal vostro dispositivo.

Scaricalo qui.

Amazon Cloud Drive

Anche Amazon permette l’archiviazione di foto, video, documenti e altri file digitali nel proprio Cloud.
E’ un servizio gratuito per tutti gli utenti abbonanti ad Amazon Prime che possono dunque beneficiare di uno spazio di archiviazione illimitato per le proprie foto mentre i titolari di un account Amazon e i possessori di un Tablet Fire di ultima generazione, hanno a disposizione 5GB di archiviazione gratuita per foto, video, documenti e altro ancora. Inoltre, è disponibile uno spazio di archiviazione aggiuntivo a partire da 8 euro l’anno.

Scaricalo quiwidth=1.

iCloud

Se disponete di un dispositivo Apple è sicuramente la scelta più ovvia e decisamente più pratica.
L’azienda di Cupertino offre 5GByte di spazio gratuito che viene suddiviso fra le diverse applicazioni come l’iCloud Drive, Backup iCloud, Libreria iCloud ecc.., ma è possibile acquistare fino a 1 TByte di spazio a 9,99 euro/mese.

E’ possibile sfruttare la funzione “in famiglia” per condividere i propri scatti o video con le persone che più amiamo, sincronizzare le email, i contatti, le note, utilizzare il servizio“Trova il mio iPhone” per rintracciare il dispositivo.

Scaricalo qui.

E voi…su quale nuvoletta atterrerete?

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto