Il nuovo modo di leggere libri

Display elettroforetico

Utenti

In un display elettroforetico, viene applicato un campo magnetico ad alcune particelle cariche, che riordinandosi, formano delle immagini visibili.

In pratica, particelle di biossido di titanio dello spessore di un micron, vengono disperse in un olio di idrocarburi. All’interno dell’olio è aggiunto un colorante scuro insiema ad alcuni tensioattivi e agenti di carica, che fanno assumere alle particelle all’interno una carica elettrica. Questa misciela è posizionata in mezzo a due piastre conduttive, separate da uno spazio che va dai 10 ai 100 micron. A queste piastre viene applicata una tensione e a secondo del tipo di tensione le particelle migrano elettroforeticamente verso la piastra.

Quando le particelle si trovano nella parte anteriore, il display risulta essere bianco, perche la luce si disperde tra le particelle di titanio. Quando invece le particelle si trovano nella parte posteriore, il display appare buio perche la luce viene catturata dal colorante. L’elettrodo posteriore è suddiviso in un certo numero di elementi di piccole dimensioni (pixel) e applicando ad ogni elemento un certo tipo di tensione possiamo visualizzare immagini e parole.

Questo tipo di tecnologia viene usata per gli ebook reader dell’Amazon, del B&N Nook, dai lettori della Sony e dall’iRex iLiad.

Argomenti Correlati:

  • Nessun argomento correlato

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Un commento

  1. ok l’elettroforetica. Le altre tecnologie andrebbero approfondite di piu’.
    grazie

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto