Il nuovo modo di leggere libri

Tecnologia Gyricon di Xerex

Gyricon è un tipo di epaper sviluppato la prima volta nel 1970 da Nick Sheridon nello Xerex PARC, centro di ricerca situato nella città di Palo Alto in California. La prima presentazione pubblica è stata fatta nel 1998 (quindi 30 anni dopo) con un display chiamato appunto Gyricon, di 1 metro di larghezza e 10 di lunghezza che poteva essere arrotolato come carta da parati.
Gyricon è un dispositivo molto semplice e non più spesso di una pila di sette fogli di carta. Molti schermi flat-panel contengono 6 o più strati di materiale normalmente fragile come il vetro, al contrario, Gyricon è costruito di 3 strati di polimeri flessibili e un quarto strato facoltativo di elettrodi.


Due di questi livelli servono solo a contenere lo strato centrale, fatto di milioni di minuscole sfere di plastica bicolore, simili a particelle Toner. Ogni sfera è bianca su una metà e nera sull’altra, queste piccole sfere galleggiano in una soluzione oleosa contenuta anche nello strato intermedio di carta elettronica. Applicando una carica elettrica ad una porzione di schermo Gyricon, le piccole sfere di plastica ruotano di 180 gradi e restano fisse in quella posizione finche non si applica nuovamente un altra carica. Da qui ne consegue un forte risparmio energetico perche non c’e bisogno di aggiornare i pixel ogni millisecondo per farli rimanere nella stessa posizione, come accade nei normali display.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto