Il nuovo modo di leggere libri

Alleanza tra libro cartaceo e digitale al Salone del Libro

In un periodo di transizione dettato dal forte cambiamento imposto dalle abitudini dei lettori chiamati a scegliere tra libro fisico e digitale, operatori del mondo del libro ed esperti si interrogano su quale sarà il futuro del mercato dell’editoria e ragionano sui vantaggi che possono scaturire dall’alleanza fra libro di carta ed e-book. Un percorso non semplice che porta editori e librai a ripensare l’offerta, gli spazi e la comunicazione per offrire ai consumatori nuove esperienze d’acquisto e di lettura.

Esempio virtuoso di come questo mash-up possa portare risultati positivi è l’esperienza di Tolino, il progetto di Deutsche Telekom che in Germania, mettendo al centro del processo di vendita di prodotti digitali, le librerie e i librai, è riuscito a superare la quota di mercato di Amazon nella vendita degli e-book.tolino

A tal proposito ieri, sabato 16 maggio, al Salone del Libro di Torino presso la Sala Professionale, si è tenuto un incontro per discutere il tema sui vantaggi dell’alleanza fra libro di carta ed e-book.

Dobbiamo aggiornarci e accogliere le nuove tecnologie“, suggerisce Alberto Galla, Presidente dell’Associazione Librai Italiani. “Gli stessi numeri diffusi ieri dall’Aie premiano le librerie indipendenti (più 2,3% a volume, più 1,9 a valore) ma non la grande distribuzione. La differenza non la fa il negozio fisico ma il libraio con la sua competenza. Che può esercitare anche guidando il cliente tra gli ebook“.

La libreria online del Gruppo Messaggerie in accordo con Deutsche Telekom, il gigante tedesco delle telecomunicazioni, raccontano del loro  progetto di aprire anche in Italia, verso il 2016, delle librerie indipendenti .Quest’ultime potranno dotarsi di un catalogo digitale con oltre 110mila titoli, un sito internet adibito alla vendita e uno spazio in negozio dove poter vendere gli eReader.

Per ogni dispositivo venduto e per ogni eBook acquistato da quel device, le librerie riceveranno un compenso, il 30% da dividere poi con Messaggerie e Deutsche Telecom.

In Germania questo modello funziona. Nella seconda metà del 2014 abbiamo superato Amazon – spiega Maura Zaccheroni di Deutsche Telekom – negli ultimi tre mesi dell’anno eravamo al 44% delle vendite di ebook contro il 42 del gruppo di Bezos“.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto