Il nuovo modo di leggere libri

Amazon cambia la pagina di gestione del Kindle. Ecco le novità

La pagina “Manage your Kindle” ha subìto alcuni cambiamenti importanti da parte di Amazon. Vediamo le differenze e le novità.

La versione precedente della pagina era forse un po’ confusa, ma l’azienda ora ha creato, al posto di diverse sezioni, una moltitudine di pagine in cui navigare. Potrebbe sembrare peggio, invece è molto più ordinato di prima.

Ora si possono trovare gli indirizzi e-mail di ricezione, per ricevere appunto documenti personali sul proprio Kindle, in due aree. La prima è nella nuova pagina Manage Your Devices in una colonna chiamata “Kindle E-Mail Address”. Per cambiarli, dovete cliccare su Title e, in seguito, una piccola scritta ‘Edit’ che apparirà e cliccherete. Potrete cambiare anche il nome del dispositivo.

Il secondo posto dove si possono trovare gli indirizzi e-mail è nella pagina Personal Document Settings. E’ una pagina che va usata per ogni tipo di cambiamenti per i propri documenti.

Questo indirizzo e-mail del Kindle è chiaramente protetto dallo spam e da ciascuno che non abbia specifici permessi per inviare documenti al dispositivo, quindi è meglio tenere questa e-mail, in generale, per se stessi.

In ogni caso non c’è da preoccuparsi, perché dobbiamo approvare l’indirizzo e-mail del mittente.

Se avete una e-mail del tipo [vostronome]@kindle.com è possibile che inviando a Kindle antecedenti il 3, specie senza Wi-Fi, possa caricarvi una piccola spesa, per cui la maggior parte delle volte – ma non sempre – l’indirizzo da usare dovrebbe essere [vostronome]@free.kindle.com.

La pagina in cui si inseriranno gli indirizzi e-mail da cui è possibile ricevere i documenti

La pagina in cui si inseriranno gli indirizzi e-mail da cui è possibile ricevere i documenti

Per inviare degli articoli di alcuni siti web direttamente al Kindle, è necessario specificare quale sito usare per mandare le informazioni – e non riceverle – attraverso i server Amazon. Per fare ciò, è necessario andare alla pagina Personal Document Settings, e nella finestra chiamata “Approved Personal Document E-mail List”, porre qualsiasi e-mail a cui si voglia dare il permesso di mandarvi i documenti.

Se ne mandate uno o più al’indirizzo [vostronome]@kindle.com, attraverso Amazon lo spedirà alla rete 3G, facendovi pagare una cifra che dipende dal gestore – negli USA è 15 cents per megabyte, mentre al di fuori è di 99 cents.

Con il Kindle 3 che possiede la connessione 3G, dunque, è preferibile utilizzare il Wi-Fi per ricevere i documenti, in quanto è gratuito – l’hotspot Wi-Fi già lo pagate.

Per far ciò, invece di usare l’indirizzo [vostronome]@kindle.com, dovete usare [vostronome]@free.kindle.com. Amazon manderà all’indirizzo corrispondente un link per il vostro file completo, e a quel punto potrete: scaricarlo su un computer per poi trasferirlo sul dispositivo attraverso USB; oppure potete aspettare e scaricare il documento quando avrete connesso il Kindle3 ad una rete Wi-Fi. Con il 3G si è sempre connessi, ma non è un servizio gratuito.

La pagina in cui si immette la spesa massima per inviare i documenti tramite 3G

La pagina in cui si immette la spesa massima per inviare i documenti tramite 3G

Vi è un trucco per evitare spese per il 3G o per minimizzarle. Si tratta di andare alla pagina Personal Document Settings. Lì vi è una sezione Maximum Personal Document Charge, dove è possibile specificare il “Maximum Charge Limit”, ovvero il limite massimo di spesa.

Ponete questo valore a 0 (zero) se non volete nessuna spesa. A volte può valere la pena di spendere 15 cents per un documento sotto il megabyte – la maggior parte degli ebook pesano meno – spedito via e-mail invece che fare tutto il procedimento di collegare il Kindle al PC. Bisogna vedere se vale la pena, invece, di spendere 99 cents.

In ogni caso è meglio inserire un limite, in modo da non incorrere nel rischio di spedirsi un grosso file PDF e spendere molto di più, se vi dimenticate di mettere il ‘free’ ([nome]@free.kindle.com) nell’indirizzo Kindle.

La ragione per cui Amazon ha scelto di porre tanta attenzione alla possibilità di connettere il dispositivo via wireless, rispetto a molti altri concorrenti, è perché considera importante il fatto di potersi connettere ovunque per scaricare sul Kindle un ebook, connettendosi alla rete cellulare o mobile.

Amazon, infatti, ha affermato che desidera che i clienti possano usare l’ebook Reader senza dover dipendere da un computer. Con il 3G questo sicuramente è più semplice, mentre il dispositivo con solo Wi-Fi richiede una connessione wireless a casa – che ormai quasi tutti hanno – oppure una gratuita in un posto pubblico o privato – diverse biblioteche e ristoranti o fast-food ne sono ora provvisti.

L’unico difetto è che a volte il dispositivo  fa fatica a connettersi ad alcune reti Wi-Fi, specie quelle che usano i router più vecchi. Il modello 3G viene per soli 50 dollari in più.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto