Il nuovo modo di leggere libri

Amazon Kindle: com’è cambiato dal 2007 ad oggi

Utenti

Amazon Kindle è uno dei device più venduti sul mercato per l’ottimo rapporto qualità- prezzo.
All’inizio questi dispositivi erano desinati solo al mercato statunitense ma riscuotendo via via successo sono stati poi lanciati in tutto il mondo arrivando anche sullo store italiano di Amazon nel 2012.

Oggi andremo a rivedere la storia dei dispositivi Kindle dal 2007 ad oggi.

Kindle 1

Amazon Kindle

Kindle 1

Fece il suo ingresso il 19 novembre 2007 e venne venduto al costo di 399 dollari.

Andò sold out dopo sole 5 ore e per riordinarlo bisognò aspettare ben 5 mesi.

Il motivo di questo successo? Kindle è stato il primo dispositivo ad includere la connessione Internet 3G gratuita a livello nazionale per permettere al lettore di acquistare un eBook anche fuori casa direttamente online.

Inoltre è stato l’unico della linea Kindle ad avere la memoria espandibile mediante l’utilizzo di una micro SD.

Le caratteristiche generali? Display da 6 pollici con una risoluzione pari a 600 x 800 pixel e 250 MByte  di memoria interna. Per quanto riguarda le dimensioni parliamo di 19,1 x 13,5 x 1,8 cm ed un peso pari a 292 grammi.

Kindle fece concorrenza al Sony Reader PRS-505 e in termini di evoluzione Amazon era in netto vantaggio ma doveva comunque abbattere i propri prezzi per poter attirare un  pubblico più ampio.

Infatti il Sony PRS- 505 costava solo 300 dollari ed era anche più sottile, inoltre Kindle aveva un display a 4 tonalità di grigio, 167 PPI mentre il PRS-505 ben 8 e 170 PPI, ciò significa che Sony offriva un maggior contrasto.

Kindle 2

Amazon Kindle

Kindle 2

Il Kindle 2 fece il suo ingresso sul mercato nel mese di febbraio del 2009 ed inizialmente costava $ 349 ma Amazon lo ribasso poi a $ 299.

E’ stato uno dei primi eReader ad inserire l’opzione Text-To-Speech, un sintetizzatore vocale che converte il testo in parlato con una voce, in questo caso molto metallica. La qualità audio non era difatti delle migliori visto che gli altoparlanti erano posizionati sul retro e attutivano il suono.
Kindle 2 ha avuto diversi miglioramenti a partire dalla grafica, infatti rispetto al modello precedente questo aveva un display eye-friendly e-Ink da 6 pollici con 16 tonalità di grigio e 600 x 800 pixel di risoluzione. Inoltre permetteva anche di regolare le dimensioni dei caratteri fino a 6 grandezze diverse.
La memoria interna passa da 256 MByte a ben 2GByte .

Le pagine si sfogliano con appositi pulsanti di navigazione decisamente migliorati e si poteva anche in questo caso acquistare un eBook direttamente online anche senza disporre di una connessione wireless visto che era sufficiente una copertura telefonica in quanto il trasferimento sfruttava la rete dati dei cellulari.
E’ stato un dispositivo che vantava uno spessore davvero ridotto, parliamo di 20,3 cm x 13,4 cm x 0,9 cm mentre il peso era di 310 grammi, non pochi.

Ciò che non andava bene nel Kindle 2 era la cattiva gestione e visualizzazione dei PDF in quanto non erano supportati i file nativi. Invece con il Sony PRS-600 era possibile ingrandire o rimpicciolire il file anche se con estrema lentezza.

 

Kindle 2 International Version

Amazon Kindle

Kindle 2 International Version

Pochi mesi dopo, precisamente nell’ottobre del 2009, Amazon lancia una versione internazionale del Kindle 2.

Questo nuovo modello era praticamente identico al modello presente negli States ma l’unica caratteristica che li contraddistingueva era l’uso di una rete diversa per poter usufruire gratuitamente della connessione internet 3G.

Il Kindle 2 International Version era in grado di scaricare eBook online in 100 paesi diversi.

 

Kindle DX

Amanzon Kindle

Kindle DX

Con questo dispositivo Amazon decise di rischiare lanciando un eReader con un display dalla grandezza simile a quella di un Tablet.

Si trattava di uno schermo da 9,7 pollici con una risoluzione pari a 1200 x 824 pixel ossia 150 PPI e dimensioni pari a 26,4 cm × 18,3 cm × 1 cm con un peso non indifferente di circa 535 grammi. La tecnologia utilizzata era ormai quella e-Ink.

Uscì sul mercato nel luglio del 2010.
Il Kindle DX possedeva 4GByte di memoria interna, spazio sufficiente per memorizzare circa 3.500 libri. Inoltre disponeva di una tastiera built-in qwerty per prendere appunti, scrivere note o navigare sul web.

Le caratteristiche più rilevanti del Kindle DX sono state il supporto nativo ai PDF, la capacità di passare dalla modalità di lettura verticale (ritratto o portrait) alla modalità orizzontale (paesaggio o landscape) semplicemente ruotando il dispositivo e la possibilità di regolare non solo la dimensione dei caratteri ma anche l’interlinea.

La tipologia di navigazione e la possibilità di acquistare eBook on-line era simile ai modelli precedenti.

Al momento del lancio era in grado però di connettersi solo negli States quindi gli utenti dei diversi continenti hanno dovuto aspettare la versione aggiornata uscita poi nel gennaio del 2010.
Non è stato certamente un dispositivo economico visto il prezzo di $ 489, sicuramente riservato ad un pubblico di nicchia.

 

Kindle DX Graphite

Amazon Kindle

Kindle DX Graphite

Il 1 ° luglio 2010 Amazon rilasciò una nuova versione del Kindle DX ossia il Graphite , il cui nome si deve al color grafite (grigio scuro) del device.

Questo nuovo modello si differenziava dal precedente per due aspetti: il contrasto dello schermo migliorato e prezzo ribassato da $ 489 a $ 379.

Il resto delle funzionalità restarono invariate.

 

Kindle 4

Amazon Kindle

Kindle 4

Il 28 settembre 2011 Amazon presenta al pubblico la quarta generazione Kindle.

In realtà non si tratta di un unico device ma di 3 nuovi modelli di cui 2 con schermo touch. Il modello base è il Kindle che pur avendo un display da 6 pollici è molto più piccolo e leggero dei suoi precedessori anche perchè è stata eliminata la tastiera in favore di un  joypad multifunzione. A questo modello si affianca il Kindle Touch che presenta due versioni, con 3G e senza, e sfruttando un sistema di rilevazione tattile a infrarossi elimina definitivamente la necessità di una tastiera o altri tasti meccanici.

La quarta generazione di Kindle venne lanciata anche in Italia nell’aprile del 2012.

Il Kindle 4 come detto poc’anzi è sprovvisto di tastiera che è stata sostituita da una virtuale e da 5 pulsanti. Per mantenere un prezzo basso ed accessibile a tutti è stata anche eliminata la connessione 3G e la parte audio relativa all’ascolto degli MP3 o all’utilizzo della funzione Text-To-Speech.
Il prezzo di vendita è di 59€, molto economico ed adatto a chi si avvicina per la prima volta al mondo degli eBook.

 

Kindle Touch

Amazon Kindle

Kindle Touch

Kindle Touch è disponibile in due diverse versioni per poter accontentare un pubblico più vasto. Il modello più costoso è stato il Touch 3G, in vendita a € 189 mentre la versione base con Wi-Fi a 109€.

Il Kindle Touch  come suggerisce il nome stesso è dotato di un display touchscreen che ha permesso di eliminare la tastiera fisica in favore di quella virtuale, ad esempio cambiare pagina diventa un operazione veloce così come evidenziare o sottolineare. Tra l’altro è anche possibile disattivare il touch con un bottone posto a lato del device.

Inoltre Amazon inserisce il refresh completo della pagina ogni sei mentre per il resto del tempo utilizza un sistema di caching che permette di dissolvere le lettere vecchie e far apparire quelle nuove.

I 6 pollici del dispositivo sfruttano la tecnologia e-Ink, con una risoluzione pari a  600×800 pixel e 16 tonalità di grigio.

Nel Kindle Touch resta la funziona audio per poter ascoltare gli audiolibri o i file musicali ma la qualità rimane discreta.

La memoria è da 4 GByte.

 

Kindle 5

Amazon Kindle

Kindle 5

Rappresenta la quinta generazione Kindle ed è  stato lanciato nel settembre del 2012, stesso anno dell’annuncio del Kindle PaperWhite. Il prezzo di vendita era di 69 dollari.

Il nuovo Kindle era dotato di un display e-Ink Pearl da 6 pollici con una risoluzione di 600 × 800 pixel, 167 PPI e 16 livelli di grigio, memoria interna da 2GByte, un miglior contrasto e un cambio pagina più veloce del 15%.

Il dispositivo era abbastanza leggero, circa 170 grammi, e si prestava ad essere portato in giro.

 

Kindle PaperWhite 1

Amazon Kindle

Kindle PaperWhite 1

Il Kindle Paperwhite è stato rilasciato negli States il 1º ottobre del 2012 ed ha rappresentato per lungo tempo la punta di diamante di casa Amazon.

Paperwhite dispone di un display HD da 6 pollici  con una risoluzione pari a 1024×758 pixel e 212 PPI. Una svolta notevole se si pensa che i precedenti eReader avevano una risoluzione pari a 800 x 600 pixel.

Una volta rimossi i sensori a infrarossi per rilevare i movimenti la conseguenza è uno schermo più vicino al telaio e dunque una maggiore precisione e reattività del touchscreen.

La caratteristiche principale di questo eReader è l’illuminazione integrata. Sotto la scocca si trovano 4 LED che grazie ad una speciale pellicola che ricopre il display, permettono la diffusione della luce in maniera uniforme. Grazie alla tecnologia PaperWhite lo sfondo è bianco ed il contrasto eccellente. Tra l’altro l’utente ha la possibilità di regolare la potenza dei LED in base alle condizioni ambientali, maggiore è l’oscurità dell’ambiente minore è la luce che occorre impostare.

Amazon per accontentare le diverse necessità degli utenti ha realizzato due versioni, uno con 3G integrato ed uno con Wi- Fi, attualmente in scontowidth=1.

 

Kindle PaperWhite 2

Amazon Kindle

Kindle PaperWhite 2

E’ la versione più evoluta del precedente modello e rappresenta la sesta generazione Kindle. E’ stato rilasciando verso la fine del 2013.

Si tratta di un eReader da 6 pollici che utilizza l’esclusiva tecnologia e-ink Carta e un display multitouch maggiormente sensibile al tocco che consente una risoluzione pari a 1024 x 758 pixel ossia 212 PPI.

La nuova tecnologia Carta rispetto alla e-Ink Pearl presenta caratteri neri più intensi e scuri, uno sfondo più bianco con una maggiore risoluzione, contrasto migliorato e una riflettività maggiore.

Kindle PaperWhite 2 migliora anche la sua illuminazione che risulta essere più omogenea.

Uno punto di forza è l’esperienza positiva con i file PDF. La funzionalità pinch to zoom è abbastanza valida anche se non allo stesso livello del Sony PRS-T3.

Le versioni disponibili anche qui sono due: Wi-Fi o 3G.

Eccoci giunti alla fine. Un’ultima cosa da aggiungere e da ricordare è che i dispositivi Kindle non supportano i file ePub questo per vincolare Amazon Kindleil lettore ad acquistare direttamente dal catalogo Amazon, che resta uno dei più forniti. Ad ogni modo potete sempre utilizzare dei software per convertire i vostri eBook preferiti.

Voi ne possedete qualcuno?

Diteci come vi trovate

 

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

2 Commenti

  1. Ciao Corrado,
    il Booken Cybook Odyssey ha la caratteristica che cerchi, se non erro c’è proprio la modalità notturna che permette di leggere il testo con font bianco su sfondo nero.

  2. Ilaria, grazie, grazie!
    Ce la fai adesso a dirmi se qualche software prevede la scrittura in bianco su sfondo nero?
    Grazie e scusa l’insistenza
    Corrado

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto