Il nuovo modo di leggere libri

Amazon Kindle Unlimited

Negli Stati Uniti per i possessori di un Kindle, Amazon mette a disposizione un nuovo servizio particolare che, possibilmente, presto sbarcherà anche in Italia: il suo nome è Kindle Unilimited.width=1

Si tratta di un abbonamento mensile, versando una piccola somma (circa 10 dollari), che da accesso alla lettura di 10 ebook al mese, con libertà totale di scelta tra i titoli iscritti al servizio. Che sarebbero circa 600.000. Il sistema è costruito sul progetto dei prestiti. Ovvero, l’ebook potrai leggerlo, ma una volta terminato, non sarà in tuo possesso. Si potrà rileggere fin quando si verserà l’abbonamento. Una volta che si uscirà dal servizio, gli ebook restano ad Amazon.

Amazon Kindle Unlimited

Amazon Kindle Unlimited

Sfortunatamente fino ad ora nessuna casa editrice medio-grande ha concesso titoli da porre nel servizio, in quanto non vedono ancora di buon occhio il servizio prestiti. Cos’ha fatto Amazon, dunque? Si è affidata ai suoi, innumerevoli, autori Indie, on-line attraverso i servizi di self-publishing.

Il problema è che Kindle Unlimited non è mai decollato, da quando è stato lanciato pochi mesi fa. Questo per la mancanza di qualità dei titoli Indie presenti. Un autore, per essere presente nel servizio, deve aver passato obbligatoriamente la fase di self-publishing con Amazon. Questo permette ai loro titoli di essere mostrati nella Biblioteca di Prestito, e sono disponibili gratuitamente ai lettori. Vengono anche messi a disposizione strumenti avanzati, come per esempio prezzi promozionali.

Ma gli autori vengono pagati – anche se estremamente poco. Se qualcuno legge il loro eBook oltre il 10%, l’autore viene pagato, in media, un dollaro. I soldi arrivano da un deposito che Amazon ha su base mensile dagli incassi.

Amazon conta sull’esclusività dei suoi autori per essere selezionati dentro il servizio di Lending (prestito) e Unlimited. Questo previene però gli autori dal promuovere i propri lavori solo su questo store, e non anche su quello di Kobo, Nook o Smashwords.

La maggior parte degli autori Indie, in verità, che ottengon del proprio lavoro di scrittore il sufficiente per vivere, non può  compromettersi a dare l’esclusività dei propri lavori ad Amazon. Si devono focalizzare su piattaforme multiple, in quanto ci si mette, di media, due anni per sviluppare una propria base di lettori.

A questi autori le vendite vanno meglio perché non hanno un sola fonte di incassi, ma la variano tra Apple, Amazon, B&N, Kobo e Scribd tra le altre. Sfortunatamente, in molti casi chi pubblica solo su Amazon ha titoli che non possiedono una grande qualità, che faranno anche fatica ad essere presi in prestito o comprati. Questo, praticamente, fa di Unlimited, riguardo ai contenuti, un semi deserto di qualità riguardante gli autori Indie. A parte poche eccezioni poste da Amazon stessa per attrarre: i libri di Harry Potter o la trilogia del Signore degli Anelli.

 

 

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto