Il nuovo modo di leggere libri

Amazon lancia “Send to Kindle”: leggere il web senza pubblicità

Amazon si lancia nel business del blocco delle pubblicità, conosciuto come ad-blocking. E lo fa con una estensione di Chrome, disponibile su www.amazon.com, che invia contenuti web ai dispositivi Kindle, si tratta di “Send to Kindle”. A fornire le prime indicazioni a riguardo Kevin Goddard, manager della Amazon community, che in un post sul forum Kindle spiega: “’Send to Kindle per Google Chrome’ non fa altro che aggiunge un pulsante al browser Google Chrome”. Pulsante che invia il testo selezionato e pubblicato sul web all’utente del dispositivo Kindle e a qualunque applicazione di lettura Kindle. “’Send to Kindle per Google Chrome’ rende gli articoli web più semplici da leggere […] inviando solo il contenuto desiderato senza alcuna fonte di distrazione” aggiunge Goddard.

Per “fonti di distrazione” qui si intende pubblicità. Un concetto reso ancora più esplicito nel menu delle impostazioni relative all’estensione: “Rimuoviamo pubblicità e altri contenuti estranei che possano distrarre dall’esperienza di lettura di una pagine web prima che questa venga inviata al tuo Kindle”. La società aggiunge, in un menu opzioni, che viene riservata all’utente la facoltà di eliminare le notifiche presentate quando la complessità dell’operazione di rimozione della pubblicità lascia Amazon “insicura sulla corretta riproduzione della pagina web”.

Ma il processo di rimozione della pubblicità non è poi così nuovo. Amazon, infatti, aveva rilasciato una versione del suo software “Send to Kindle” per OS X in aprile e per Windows l’anno scorso. Tra le opzioni a disposizione la presenza dell’invio via email dei contenuti. In realtà l’ad-blocking non è una esclusiva Amazon, altri servizi web si occupano della copia dei contenuti per una lettura su dispositivi mobili, come, ad esempio, Instapaper, Pocket, e Readability, sebbene si tratti di applicazioni più mirate a una lettura scorrevole piuttosto che a gestire la questione di inopportune e forvianti pubblicità.

A uno sguardo attento appare evidente l’interesse commerciale che Amazon detiene sull’esclusione dei contenuti pubblicitari. È una conseguenza della diretta competizione con Google nell’arena dei dispositivi Android, senza contare la stretta dipendenza che ha Mountain View con i profitti derivanti dalle inserzioni pubblicitarie. Prima di Amazon già Apple e Microsoft si erano mosse sul binario del blocco e  rimozione di ads.

Per chi volesse sperimentare le funzionalità di “Send to Kindle”, è richiesto l’inserimento dell’email di registrazione di Kindle nell’estensione. Va poi aggiunto “kindle@klip.me” come mittente approvato nella pagina di gestione Kindle dentro Amazon e quindi l’indirizzo email del vostro Kindle nelle impostazioni dell’estensione. Terminata l’operazione non resta che cliccare sull’icona dell’estensione che fornirà una preview live. A questo punto non resta che premere il pulsante “send” con cui inviare il contenuto al Kindle.

Voi cosa ne pensate di questa estensione? La ritenete davvero utile e pratica?

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto