Il nuovo modo di leggere libri

Amazon taglia il prezzo degli ebook: da 14,99 a 9,99 dollari

Amazon taglia il prezzo degli ebook

Amazon taglia il prezzo degli ebook

Le accuse di aver costituito un cartello con altri importanti editori (Macmillan, Penguin, Hachette, HarperCollins e Simon & Schuster) potrebbero rivelarsi un vero e proprio boomerang commerciale per Apple. A trarne vantaggio il primo rivale, quello che la manovra all’attenzione dell’Antitrust USA tentava di soggiogare, il colosso Amazon. Che infatti, pensando bene di sfruttare il momento favorevole, ha annunciato una riduzione nel prezzo dei libri elettronici. Si tratta di una contrazione sensibile, il primo distributore mondiale di ebook calerà da 14,99 a 9,99 dollari il costo di alcuni dei principali titoli.

Malgrado Apple si sia apprestata a rispondere alla gravissime accuse avanzate dal Dipartimento di Giustizia americano, la presunta strategia di concorrenza sleale offusca, in parte, la stella di Cupertino. Mentre la portavoce di Apple, Natalie Kerris, ha commentato: “Le accuse di collusione avanzate dal dipartimento di Giustizia semplicemente non corrispondono al vero. Il nostro catalogo di ebook ha aumentato l’innovazione e così la concorrenza, interrompendo il monopolio di Amazon nel settore editoriale digitale. Gli utenti hanno potuto fruire di ebook più inerattivi e così come abbiamo consentito agli sviluppatori di fissare i prezzi delle applicazioni su App Store, abbiamo lasciato la stessa libertà agli editori su iBookstore“.

Ma gli addetti del settore ne traggono differenti conclusioni. Così Michael Norris, analista della società di market intelligence Simba Information, dalle pagine digitali del Washington Post sostiene che «Amazon deve essere incredibilmente felice oggi, non avrebbe potuto chiedere di meglio». Sul piatto, per la società di Jeff Bezos, la ghiotta occasione di ritagliarsi un’altra fetta di mercato.

Il taglio dei prezzi appare come un’astuta mossa di marketing per sferrare l’attacco al modello inaugurato nel 2010 da Apple in collaborazione con le case editrici (da cui riceveva una commissione de 30%), che ha fatto lievitare gli ebook di 3-5 dollari l’uno a danno dei consumatori. Ciò potrebbe indurre un’ulteriore fascia di utenti a scegliere la gamma di ebook reader Kindle? E se c’è già chi si gongola del potenziale risparmio, altri, come le catene di librerie, sono in allarme per la previsione di un calo nelle vendite. La causa? Progressiva erosione di quote nell’industria di libri a stampa inseguito al lancio del formato elettronico (venduto a metà prezzo rispetto ai libri normali).

Amazon punta solo a un’operazione di immagine o saprà tradurre le sue intenzioni in un effettivo sforzo verso la convenienza anche per le tasche di noi lettori?

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto