Il nuovo modo di leggere libri

Apple in causa in tre continenti contro tutti. Ci sarà un motivo?

In queste settimane c’è una guerra in corso nel mercato dei tablet, che sta condizionando tutte le maggiori case produttrici – per loro fortuna i produttori di ebook Reader ne sono fuori.

Steve Jobs alla presentazione dell'iPad 2

Steve Jobs alla presentazione dell'iPad 2

Tutto è partito da Apple, che in ogni modo sembra aver dichiarato battaglia a tutti i concorrenti per avere il monopolio del mercato. Apple ha fatto appello ad un tribunale tedesco, a quanto pare consenziente riguardo questi casi, per copia di brevetto del proprio iPad 2 in territorio europeo.

Il tribunale, prima di prendere una decisione, ha dunque ingiunto il blocco delle vendite del principale concorrente di Apple per questo problema, ovvero Samsung con il suo Galaxy Tab 10.1.

Secondo la casa di Cupertino, Samsung avrebbe praticamente copiato molte caratteristiche dell’iPad 2 e immesse nel suo dispositivo, violando il brevetto. Anche se ciò non fosse vero, comunque Apple ha messo a segno un colpo importante nel mercato, per quanto poco condivisibile, rimanendo quasi in solitaria anche in Europa, dopo aver conquistato il monopolio negli Stati Uniti. Non solo, la stessa tecnica è stata usata in Australia. Pure lì dunque Samsung ha dovuto fare dietrofront da quel  mercato, nonostante vi fosse entrata pochi giorni prima.

Il tribunale regionale di Dusseldorf, dove è stata fatta l’ingiunzione, ha potere europeo come ormai ognuno di essi, per cui ha esteso la proibizione di vendita in tutto il continente, tranne che in Olanda dove è già in corso una causa simile. Questa causa avrà un contraccolpo molto forte per Samsung, essendo il Galaxy Tab uno dei suoi prodotti di punta. E probabilmente avrà effetti anche sulle vendite in Inghilterra e Irlanda del Nord.

Samsung ha dichiarato che il suo brevetto è completamente originale, e insieme ad Apple è dovuta andare in diversi tribunali in giro per il mondo per sostenere questa tesi.

La decisione della corte tedesca, però, è stata fatta sull’unica dichiarazione di Apple senza sentire in prima istanza anche il concorrente e, pare, neppure avvisandolo. Dunque l’azienda coreana ha già fatto ricorso sulla decisione. Nonostante questi fatti, il Galaxy Tab è ancora in vendita negli Stati Uniti, dove pare Apple abbia una fetta così grande del mercato che non è interessata ad ingaggiare battaglia anche lì.

Non solo Samsung

Il Samsung Galaxy Tab 10.1

Il Samsung Galaxy Tab 10.1

Il problema di questa decisione, oltre a creare problemi alle vendite, non è solo della coreana. La proibizione del tablet in Europa potrebbe creare degli impedimenti anche ad altri produttori, ovvero tutti gli altri, con qualsiasi sistema operativo utilizzato.

Questo perché se Samsung ha ricevuto una denuncia di tale portata, e specialmente se venisse condannata, il mercato è pieno di tablet che potrebbero prima o poi finire sotto la scure di Apple. Solo dell’azienda coreana, ci sono almeno altri due modelli, quello da 7 pollici e da 8,9 che potrebbero passare guai legali.

Considerando le carattestiche di questo tribunale, che ha particolari accoglienze per chi vuole denunciare violazioni di brevetto, e che non è tenuta ad ascoltare subito la controparte, pare che Apple abbia pianificato bene la sua strategia prima di attaccare. Pur avendo legalmente possibilità di farlo, moralmente, dal punto di vista concorrenziale, non è stata una bella mossa, e ci sarebbe da biasimare l’azienda americana, non per altro per sollevare questi sospetti ed evitare la trasparenza.

I procedimenti legali potrebbero inoltre protrarsi per almeno un anno, se non di più. Durante tutto questo tempo ci sono poche possibilità che il Galaxy Tab rientri in commercio nel Vecchio continente. Ovvero, gli investimenti di Samsung per la produzione del tablet saranno rovinati fino a quel momento. Chiaramente, se Samsung vincerà la causa, Apple dovrà pagare tutti i costi e le perdite del concorrente, ma il Galaxy Tab avrà perso molto del suo mordente per allora.

(continua…)

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto