Il nuovo modo di leggere libri

Apple iPad 2

L’iPad 2 è uscito ormai sul mercato da abbastanza tempo per poter fare una prima recensione, basandosi sul suo utilizzo. Le differenze con la prima versione dell’iPad all’apparenza non sono molte, a partire dalle dimensioni, pressoché identiche.

Tuttavia, in dispositivi così sottili e piccoli, qualsiasi millimetro o centimetro in meno conta molto. Rispetto al primo iPad, il secondo modello pesa 77 grammi in meno, è più stretto, più corto e più sottile. Di poco, alcuni millimetri, ma nel lungo tempo di utilizzo è una differenza che si può sentire.

Le dimensioni dei dispositivi Apple. A sinistra l'iPad, al centro l'iPad 2, a destra un iPhone 4

Le dimensioni dei dispositivi Apple. A sinistra l’iPad, al centro l’iPad 2, a destra un iPhone 4

Anche se la differenza di dimensioni sembra minima, possiamo comunque affermare che all’incirca è spesso solo due terzi del primo iPad e pesa l’88%. Si può notare la differenza anche prendendo in mano prima un dispositivo e di seguito l’altro.

Per ridurne lo spessore, Apple ha cambiato il pannello di alluminio sul retro: l’originale consisteva in una cornice con quattro angoli smussati e una superficie curva. Il nuovo evita di inserire una cornice, optando per una sola superficie che si trasforma da curva a piatta molto più rapidamente. Questo permette all’iPad 2 di essere anche meno traballante quando lo si appoggia su una superficie piatta.

Senza gli angoli precedenti, le porte e i bottoni ora sono posizionati in una parte curva del pannello del retro, invece che sui lati. Questo crea un po’ di confusione riguardo all’orientamento corretto dei cavi quando è necessario collegarli.

Tuttavia l’effetto generale di questo  rimodellamento è che l’iPad 2 è pù facile da maneggiare. E’ più semplice tenerlo con una mano sola e, grazie al peso un poco ridotto, per un periodo di tempo più lungo. Ciò nonostante, essendo un tablet di tali dimensioni, non è adatto a leggere a lungo, oltre che per lo schermo LCD, anche per il peso, dovendo appoggiare il dispositivo in grembo o su un tavolo.

Variazioni e non

Il retro dell'iPad 2 è più piatto. Ciò dà al dispositivo più stabilità quando lo si appoggia su una superficie piana

Il retro dell’iPad 2 è più piatto. Ciò dà al dispositivo più stabilità quando lo si appoggia su una superficie piana

L’iPad 2 si trova in commercio nelle sei varianti come il primo modello, con Wi-Fi o con addizionata la connessione 3G, a 16, 32 o 64 GB di memoria. Ciascuna variante si può scegliere nei colori bianco o nero. Quindi in totale ora i modelli arrivano fino a 12 versioni differenti, addirittura 18 negli Stati Uniti. Per lo meno, per ogni modello Apple ha mantenuto i prezzi, anche cambiando il colore.

Apple ha mantenuto lo stesso schermo in risoluzione 1024×768, circondato, o incastonato, in una cornice necessaria per prendere il dispositivo in mano senza toccare il display. All’incirca il posizionamento dei pulsanti è rimasto invariato.

Il microfono si trova ora al centro in alto dello schermo, lontano dal jack per le cuffie – mentre prima vi era accanto. I modelli che supportano il 3G hanno una specie di protuberanza in plastica nera nella parte alta del retro, per migliorare la ricezione del segnale. Questi modelli hanno inoltre una porta per micro-SD nell’angolo in alto a sinistra.

Velocità

L’iPad 2 utilizza un nuovo processore progettato da Apple chiamato A5, per la prima volta sul mercato. E’ una versione migliorata, dual-core, dell’A4 da 1GHz dell’iPad originale e dell’iPhone 4. Inoltre è stata raddoppiata la RAM, portandola a 512 MB, con una velocità di bus a 200MHz, circa il doppio che in origine.

L’A5 è un processore doppio, quindi Apple dichiara che lavora al doppio della velocità. Questo accade solo se i software sono ottimizzati per questo processo, altrimenti non la si raggiunge.

La schermata principale dell'iPad 2, versione bianca. Ora molto più veloce da utilizzare

La schermata principale dell’iPad 2, versione bianca. Ora molto più veloce da utilizzare

Ma questo aspetto non è il solo da prendere in considerazione per le performance generali. Vi è anche la velocità grafica, per esempio. Apple dichiara che l’iPad 2 è nove volte veloce l’originale.

Questi sono dati difficili da verificare, se sono così precisi, tuttavia utilizzando il dispositivo si nota che è sicuramente più veloce del predecessore.

La velocità di avvio è anche maggiore, ma questo si deve probabilmente alle migliorie del sistema operativo iOS, giunto alla versione 4.3, anche grazie allo sviluppo di Safari e al suo motore Javascript. Quando questa versione si installa sul primo iPad, anche in questo caso le performance migliorano.

Tuttavia, se entrambi i dispositivi utilizzano iOS 4.3, l’iPad 2 è almeno 1.6 volte più veloce nel fare il test Javascript SunSpider, e 1.9 volte veloce l’iPhone 4.

Aprendo un sito come quello del New York Times (nytimes.com), per esempio, con l’iPad 1 Wi-Fi si impiegano 14 secondi, con la versione 3G se ne usano 16, mentre con l’iPad 2 3G solo 8 secondi sono necessari.

In conclusione, anche se non si hanno dati precisi, che l’iPad 2 è il dispositivo più veloce ora in commercio. Nonostante la potenza maggiore, inoltre, Apple dichiara che la batteria ha la stessa durata della precedente, 10 ore. Secondo i test, il dato è abbastanza attendibile.

Continua

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto