Il nuovo modo di leggere libri

Cartine per il vostro ebook Reader e le ultime dal mercato

Vi sentiti persi se andate in una nuova città e siete senza cartina? Da oggi è possibile consultarle non solo su iPhone, Blackberry o simili, ma anche sul vostro ebook Reader.

Moltissime cartine gratuite per diverse città nel mondo  sono disponibili da scaricare direttamente sul vostro dispositivo. Tra la città italiane, Catania, Napoli, Palermo, Roma e Venezia. Ma nel resto del globo ce ne sono dozzine, per ogni Paese. Tutte sono scaricabili dal nuovo sito eBookMaps.com, che è pure in diverse lingue, e le cartine sono scaricabili in diversi formati, Mobi (per Kindle) e ePub (per la maggior parte degli altri eReaders), come fossero dei veri e propri ebook.

Come appare una della cartine - in questo caso di Praga - su un visualizzatore di ebook. L'unica differenza è che sarà in bianco e nero sul dispositivo.

Come appare una della cartine - in questo caso di Praga - su un visualizzatore di ebook. L'unica differenza è che sarà in bianco e nero sul dispositivo.

Tutte le mappe sono ottimizzate per i dispositivi, ma sono comunque divise in parti più piccole che possono essere facilmente visualizzate su un piccolo schermo monocromo da 6 pollici con tecnologia e-Ink. Per cambiare le parti della cartina è sufficiente cliccare sui bottoni di pagina successiva e precedente, ed è anche possibile usare un indice delle strade, che è incluso in ogni libro, e funziona come un insieme di link interattivi, che vi porteranno, invece che ad un capitolo, alla via o piazza prescelta. Già questa caratteristica rende il tutto più versatile di una mappa cartacea.

Queste cartine inoltre possono essere una buona alternativa per chi ha un ebook Reader a quelle on-line, che possono essere pesanti da scaricare per alcuni Paesi o addirittura a pagamento.

Alcune di esse poi non sono tuttora presenti nemmeno su Google Maps. Le cartine arrivano dal progetto Openstreetmap.org, e sono distribuite in osservanza di tale licenza.

Le Caratteristiche

Le cartine sono in una scala particolare. Una parte, ovvero una pagina copre approssimativamente, in larghezza, 800 metri, per 1000 metri in altezza del mondo reale.

A seguire della copertina c’è una pagina con un minimo di istruzioni di utilizzo. Cliccando sul link al punto 1 andrete alla prima pagina della mappa, mentre cliccando sul punto 2 verrete mandati sull’indice delle strade.

Come detto, la cartina funziona come un libro. Se si necessita andare a destra, cliccate sul pulsante di pagina successiva del dispositivo. Viceversa, se si deve andare a sinistra, sul pulsante di pagina precedente.

Per andare sotto, nella cartina, andare a diverse pagine in avanti. Per sapere quante, vedere il numero alla divisione in settori della cartina alla pagina 4 di ciascuna ebook. Una volta saputo, andare direttamente alla pagina scritta per trovare ciò che si desidera.

La stessa procedura per salire nella mappa, ma andando indietro invece che avanti con le pagine.

Alcuni ebook Reader consentono di allargare le cartine tramite un apposito bottone o cliccando con il cursore su una parte.

L’indice delle strade è cliccabile, e vi porterà sul punto esatto immediatamente.  A seguire di ogni nome di strada c’è una lettera che indica il quadrante sullo schermo dove è situtata. Se c’è una A, la strada è nella parte in alto a sinistra, B indica in alto a destra, C in basso a sinistra e D in basso a destra.

Alcune volte può capitare che il nome della strada non è mostrato sullo schermo, ma nella parte successiva della cartina. Se non la trovate, provate a vedere nella sezione successiva.

La difficile ascesa del mercato italiano

Mentre queste innovazioni arrivano dagli Stati Uniti, in Italia soffriamo ancora di un mercato immaturo, soprattutto per le scelte poco coraggiose degli editori, che puntano ancora tutto sul cartaceo.

La distanza che divide i volumi modesti del mercato digitale italiano da quelli ben più massicci del mercato americano non deve essere priorità solo dei grandi editori, ma anche dei medi e dei piccoli, e  di tutte le piattaforme. L’unica certezza che si ha a riguardo, infatti è che questo mercato esiste e aumenterà le proporzioni di molto, e il ruolo degli editori non è quello di mortificarlo ma valorizzarlo ed espanderlo.

E-Reader migliori dei tablet?

Nel frattempo i nuovi dati che arrivano dagli USA mostrano un aspetto curioso. Negli ultimi due anni, precisamente da aprile 2009, i possessori di ebook Reader sulla popolazione sono cresciuti quasi esponenzialmente. Negli ultimi sei mesi, sono passati dal 6% al 12%, e il contrasto è forte specialmente confrontando il dato con quello dei tablet, che nello stesso periodo sono passati dal 7% all’8%.

La ricerca è stata effettuata dal Pew Research Center, non nuovo in questo settore, e secondo l’azienda, “i tablet sono cresciuti molto nel primo periodo di attività, fino a novembre 2010. Mentre da lì in poi, sono cresciuti solo dell’1%.

La ragione forse si può trovare nel fatto che lentamente gli ebook Reader si stanno avvicinando sempre più ai tablet. Certo, non è possibile giocare o vedere film, anche per la dimensione contenuta dello schermo, ma in primo luogo costano molto meno, e inoltre alcuni dispositivi come il Nook Color, che pure ha uno schermo LCD e la possibilità di usare applicazioni, e permettono, come altri modelli, di navigare in Rete e fare molte altre operazioni.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto