Il nuovo modo di leggere libri

CES 2013: quali sono le novità presentate a Las Vegas?

CES 2013: quali sono le novità presentate a Las Vegas?

CES 2013: quali sono le novità presentate a Las Vegas?

Quasi 20mila prodotti, esibiti su 3.250 stand aziendali, che hanno richiamato visitatori da tutto il mondo, superando la quota record di 150mila presenze. Sono gli incredibili numeri del CES 2013, un appuntamento irrinunciabile per tutti gli appassionati di tecnologia, che traccia i binari di sviluppo per il prossimo futuro hi-tech.

Il Consumer Electronic Show è forse il maggiore evento fieristico a livello internazionale relativo al mondo dell’elettronica di consumo. È un’occasione unica per la presentazione degli oggetti di punta da lanciare sul mercato, illustrando la direzione da seguire nel corso del nuovo anno. Tanti i soggetti protagonisti, che spaziano da una nuova gamma di tablet ibridi correlati al lancio di Windows 8, a nuovi smartphone, come il Sony Xperia Z, a inediti prodotti hardware, quali i nuovi processori Nvidia Tegra 4 e Qualcomm. A cui si aggiungono tanti piccoli e grandi accessori. A destare l’attenzione di molti osservatori la pellicola di Nanoveu, capace di farci vedere un film in 3D sull’iPhone senza richiedere gli occhiali.

Ma quali sono le principali novità introdotte? Quali dispositivi cambieranno la nostra vita nei prossimi mesi?

Gorilla Glass 3. Cominciamo con una lieta sorpresa per gli utenti tablet e smartphone. Il padiglione dell’azienda Corning, società leader nella produzione di vetri e ceramiche, ha esibito una nuova tecnologia di vetri, i Gorilla Glass 3. Si tratta di un prodotto pensato per resistere a graffi di significativa entità. Una soluzione volta a rendere più semplice il nostro rapporto con smartphone e tablet, che potremo trattare con maggiore disinvoltura, sicuri di non addurre alcun danno.

Nei live test che abbiamo visto Gorilla Glass 3 dimostra un elevato potenziale protettivo, neppure vagamente paragonabile a un comune vetro, praticamente indistruttibile, capace di offrire una protezione totale da ogni rischio di scalfittura  Rispetto alla versione precedente, il prodotto della società Corning regala qualche chance in più agli utenti malaccorti, e implementa un profilo qualitativamente migliore per tutte le case costruttrici che opteranno per l’adozione.

La rinnovata resistenza è il frutto di una inedita composizione chimica ottimizzatata. Nelle prove abbiamo potuto notare test nei quali gli addetti ai lavori di Corning hanno messo alla prova le prestazioni di Gorilla Glass 3, lasciandovi cadere sopra una sfera da 130 grammi da diverse altezze e imprimendo una pressione di 45 kg. Tutto senza che il vetro venga rotto oppure graffiato. Rispetto al Gorilla Glass di prima generazione il passo in avanti è evidente.

Boogie Board

Boogie Board

Boogie Board. Restiamo sempre in ambito tablet per trattare il lancio dei nuovi dispositivi Boogie Board realizzati da Improv Electronics. Si tratta di prodotti pensati per la scrittura, su cui l’utente potrà disegnare, prendere appunti oppure cancellarli, di cui già in passato abbiamo osservato le potenzialità. Le novità riguardano il modello Boogie Board Jot, che dispone di un display da 4.5 pollici e dovrebbe costare appena 20 dollari, e Boogie Board Sync, che prevede uno schermo da 9.7 pollici e avrà un costo di 100 dollari.

Un modello più costoso non solo perché più grande, anche per l’integrazione di una piccola quantità di memoria, utile al salvataggio degli appunti in formato PDF. Potrete poi passare i file ad altri computer, tablet o smartphone usando solo la connettività wireless.

Jot, invece, non dispune di alcuna memoria, né funzionalità wireless. La batteria integrata non è sostituibile e dovrebbe resistere a circa 50.000 cancellazioni (7-10 anni secondo le stime dell’azienda). Prodotti comunque quasi più vicini alla realtà delle tavolette “magiche” piuttosto che al segmento tablet. Quando saranno lanciati sul mercato le nuove tavolette Boogie Board? Non è prevista una data esatta, la casa produttrice ha previsto l’arrivo negli scaffali entro l’estate 2013.

PaperTab. Al CES 2013 è stato presentato da Plastic Logic il primo tablet flessibile. Prodotto dotato di processore Intel Core i5 e display da 10,7 pollici, elaborato da un gruppo di sviluppatori della Queen’s University’s School of Computing di Kingston. Due sono le versioni esposte, una con alimentazione esterna e un’altra che prevede un pacchetto di batteria flessibile incluso. In ogni caso, Plastic Logic impiega inchiostro elettronico a sfumature di grigio, la versione a colori è ancora in fase di sviluppo.

PaperTab costituisce una sorta di foglio elettronico touch, un dispositivo leggero e arrotolabile. Potranno essere usate diverse applicazioni quali email, ebook reader e word processor. “Stiamo attivamente esplorando esperienze utente dirompenti”, ha dichiarto Ryan Brotman, ricercatore di Intel. “Il progetto PaperTab, sviluppato dallo Human Media Lab della Queen’s University e da Plastic Logic, dimostra interazioni innovative, permesse dai processori Intel, che in futuro potrebbero deliziare gli utenti tablet”.

Il CES si è affermato nel tempo come una tappa fondamentale per comprendere i risvolti dell’ereading dei prossimi mesi. Il prodotto di Plastic Logic è il più innovativo che abbiamo notato relativamente al settore. La società produttrice è da anni impegnata nello sviluppo della carta elettronica flessibile.

Non sappiamo se il prototipo riuscirà mai a raggiungere il mercato, ma di sicuro apre un panorama inedito in termini di sviluppo e delle applicazioni. Dal video dimostrativo notiamo certamente un dispositivo inedito, simile, per molti aspetti, a un comune foglio di carta con inchiostro elettronico volto a simulare al meglio la carte. Ma implementa anche aspetti di un vero e proprio tablet, merito di un profilo hardware molto valido, in grado di supportare tante app.

Lo scopo di Intel nel CES 2013 è proprio quello di aggredire il mercato mobile, grazie a una nuova generazione di processori. Ma le ambizioni sono una cosa diversa delle effettive opportunità concesse dalla nuova tecnologia PaperTab. Avvicinando più schermi di carta elettronica possiamo sfruttare un unico foglio-schermo di maggiori dimensioni. Interazione sfruttabile anche per le app, facendone girare una in un foglio e un’altra in un altro schermo. Sistema che vorrebbe addirittura sostituire l’uso del pc anche per scopi professionali.

Al momento dobbiamo però considerare che sono progetti in fase sperimentale, ben lontani da un’applicazione così completa, limitata da fattori quali la riproduzione di immagini in movimento e video, senza contare, più in generale, il comparto della riproduzione dei colori. Ci sono poi i consumi, che un foglio elettronico a colori avrebbe più vicini a quelli di un iPad che di Kindle. Insomma, PaperTab è un progetto interessante dall’elevato potenziale ma ben lontano dalla soddisfazione delle sue promesse.  

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto