Il nuovo modo di leggere libri

Consegnato.com fallita! Che succede alla merce sequestrata a Londra con i voli del 30/12 e del 12/03? Ecco cosa fare

Users

Aggiornamento: nei gruppi facebook dedicati (vedi in fondo all’articolo) alcune persone stanno procedendo ad inviare una lettera non vincolante in dogana per spiegare l’accaduto,  si sta dunque procedendo ad un raccolta di nominativi. Naturalmente la partecipazione è importante, dunque tutti quelli che sono coinvolti sono inviati a partecipare.

Consegnato.com con un comunicato ufficiale sul proprio sito ha chiuso oggi i battenti. Per chi non lo sapesse il servizio offerto da consegnato.com permetteva di ricevere in Italia prodotti in vendita solo negli Stati Uniti, come ad esempio il Kindle Fire.

Di per sè il servizio è da considerarsi legale se accanto alle spese di trasporto sono pagati anche gli oneri doganali. Purtroppo tale servizio si è rilevato ai limiti della legge, al punto che due voli, quello del 30/12 (30 dicembre del 2011) e quello del 12/03 (12 marzo del 2012) sono rimasti bloccati a Londra e sequestrati dalla dogana londinese.

Che succederà a questo punto riguardo i due voli sequestrati, e soprattutto alle merci ordinate (e gia pagate) dagli sfortunati acquirenti italiani?

Ovviamente consegnato.com non risponde più alle email da tempo, così alcuni utenti hanno contattato sia la dogana e sia il ministero dell’economia dell’ambasciata italiana a Londra.

Ecco cosa risponde Mr. Shaun King consulente fiscale esperto specialista del settore.

Ecco come appare la schermata del pannello di controllo di consegnato

“Nel Regno Unito, l’autorità doganale ha ridotto il valore delle merci che possono entrare liberamente senza costi di dogana e IVA ad uso privato. Tuttavia, alcuni dei clienti di Consegnato hanno aumentato i loro volumi di merci spedite nel Regno Unito e quando la UK Border Agency controllando la partita, ha trovato alcuni clienti con notevoli quantità di beni inseriti nella spedizione, ha sequestrato la spedizione totale piuttosto che guardare ai singoli elementi.  Ho scritto ieri a Alex (ndr: Alessandro MacKenzie intermediario tra Stati Uniti e Italia per consegnato.com) spiegando la situazione. Gli ho spiegato che la UK Border agency non può dissequestrare la merce in quanto la descrizione della merce ed il valore è stato offuscato (ndr: “misdescribed” in lingua originale) e si sostiene che vi è stato un tentativo di eludere la dogana. Inoltre l’ho informato che c’è la possibilità di fare ricorso entro il 30 maggio. Ho suggerito dunque di perseguire questa azione.”

Effettivamente troviamo conferma di questa possibilità come specificato sul sito dell’agenzia delle dogane inglesi.

Questa ricostruzione è confermata anche da un altro utente del gruppo facebook dedicato:

“Ho avuto una lunga conversazione con il gestore di Kings VAT Ltd -International VAT Compliance & Consultancy, il quale mi ha confermato che ci sono due spedizioni provenienti da consegnato e sequestrate dalla dogana britannica per importazione illegale. Egli mi ha confermato di essere stato contattato da consegnato per tentare di dissequestrarle ma che la dogana ha rigettato la prima richiesta.

Mi ha poi spiegato che sarebbe possibile appellarsi ma che consegnato ha abbandonato il contatto. Ha aggiunto che – se una larga parte dei destinatari si rivolgessero a lui e fossero disposti a pagare tutte le imposte dovute in aggiunta alle spese – potrebbe tentare di appellare la decisione e cercare di recuperare i singoli oggetti. Ovviamente non è in grado di offrire nessuna garanzia sull’accoglimento dell’appello.”

Quindi in definitiva l’unica possibilità di recuperare la merce è quella di fare un ricorso collettivo, pagando naturalmente multe e dazi doganali. L’ammontare dovuto sarà prossimamente comunicato ad uno dei promotori del gruppo facebook dedicato.

Per tenervi aggiornati, i due gruppi facebook dedicati:

volo del 30 dicembre

volo del 12 marzo

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

18 Comments

  1. Anche io ho un pacco bloccato in dogana del volo del 30 dicembre 2012. Era un regalo di natale mai arrivato. Un kindle fire per la precisione. Comprato in america perchè in italia ancora non venduto da amazon (non per necessità di evitare pagamenti iva o cose del genere). Vorrei riaverlo oppure essere risarcita. Spero che con questo ricorso collettivo si riesca a spuntare. Ho richiesto di essere aggiunta al gruppo FB interessato. Spero gli amministratori mi accettino presto perchè vorrei veramente capire (dopo 5 mesi!) che fine ha fatto la mia merce pagata. Non ho parole per il servizio di consegnato, mi rimane solo tanto amaro in bocca. In america una cosa del genere si troverebbero a pagarla per bene con una class-action! Ma come sempre in italia al primo problema si dichiara fallimento e ce ne si lava le mani.. Che amarezza.

  2. Matteo, credo che con il volo del 12 marzo, non ci sia stata la possibilità di utilizzare FedEx, cosa che invece avvenuta dopo.

  3. Marco Speranzini, io sono nella tua medesima situazione e sono d’accordissimo con te!
    ho usato consegnato.com per la prima volta e ora ho il pacco bloccato nel volo del 12 marzo. Spero che si possa risolvere la situazione, anche pagando le spese doganali (che come dice marco nel contratto di consegnato.com c’era scritto che i clienti non avrebbero pagato niente).

    Qualcuno sa mica darmi informazioni riguardo il servizio di FedEx? perchè io, forse ingenuamente, quando vedevo arrivare le email che parlavano di FedEx pensavo fossero email mandate a tutti gli iscritti di consegnato e che non mi riguardassero. Così non ho approfittato (?) dell’offerta di spedizione dei pacchi con FedEx. Qualcuno può aiutarmi?
    grazie di cuore
    matteo

  4. Era la prima volta che usavo consegnato… CHE SFIGA!!

    Però non abbattiamoci!! Non usiamo la rete solo per cazzeggiare!!! FACCIAMO VALERE I NOSTRI DIRITTI!!! IO NON SOLO SONO DISPOSTO A PAGARE LA DOGANA PER AVERE LA MIA MERCE (ANCHE SE NON SAREBBE GIUSTO, DATO CHE HO UN CONTRATTO CHE DICE CHE GLI ONERI DOGANALI NON ERANO A MIO CARICO, NON CHE SAREBBERO STATI ELUSI).

    IO VOGLIO ANCHE LA TESTA DEL SIG. CONSEGNATO IN PERSONA!!! ERA UN TRUFFATORE??! NOI SIAMO PARTE LESA, CHE PAGHI!!!

  5. Sono stati dei disonesti ed incompetenti. Ho due pacchi bloccati dallo scorso anno. Mi avevano garantito che quello di dicembre 2011 era un problema isolato ed invece di risolvere hanno tagliato la corda!
    Dopo il problema con consegnato ho utilizzato con buoni risultati il sito http://www.usatoyou.net/
    Sperto che qualcuno ci dia delle indicazioni su come riottenere la nostra merce PAGATA.
    Ciao

  6. Ho richiesto l’iscrizione al gruppo, era la prima volta che compravo un oggetto in america e la prima volta che mi affidavo a questi signori. Vorrei tentare come tutti voi di recuperare il mio pacco regolarmente acquistato e pagato. Ciaoo

  7. Per qualsiasi iniziativa e rimanere aggiornati occorre iscriversi ad uno dei due gruppi su facebook indicati.

  8. Salve,
    sono stato anch’io imbrogliato da questi signori, vorrei condividere e possibilmente fare un azione insieme ad altri,
    come posso contattarvi?

  9. Il gruppo è chiuso nel senso che è privato, per entrarvi devi chiedere l’adesione

  10. Ciao a tutti il gruppo risulta chiuso? come posso aggregarmi al ricorso?

  11. Paolo conviene che ti fai un account provvisorio o con un indirizzo fittizio. Le vicende sono frenetiche dato che non c’è un sito ufficiale quello è l’unico modo per comunicare.

  12. Ho un pacco nel volo del 12 marzo ma non ho un’utenza facebook c’è qualche altro modo di contattare il gruppo
    grazie

  13. Consegnato ha mantenuto un atteggiamento fraudolento perchè a me hanno risposto ma senza fornire la corretta spiegazione dell’accaduto. Bisogna fare in fretta per il ricorso altrimenti si perde tutto.

  14. Iscriviti al gruppo facebook, si stanno raccogliendo adesioni per fare il ricorso e, si spera poi lo sdoganamento, in maniera collettiva

  15. Ragazzi facciamo qualcosa, io ho pacchi in giacienza e questi non rispondono

  16. ho realizzato ora che mi devo iscrivere

  17. i gruppi su facebook sono chiusi non c’è un altro sito dove riunirsi?

  18. Più precisamente consegnato.com eludeva le tasse e i dazi doganali togliendo le fatture dai vari pacchi e dichiarando un valore di 20€ per ogni pacco. Tasse e dazi si pagano solo per importi superiori ai 20€. Ecco come facevano.
    Grazie per aver dato visibilità alla questione.

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Choose a Rating

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>