Il nuovo modo di leggere libri

Essere scrittori Indie, che significa per la propria vita

Utenti

Gli esempi di autori Indie, ovvero editori di se stessi, sono sempre più numerosi e danno  tanti esempi e spiegazioni come mai in passato.

Tuttavia ora questa nuova generazione di scrittori si ritrova a fare i conti con qualcosa di inaspettato: tenere in equilibrio la vita lavorativa e quella familiare. Qualcosa che è diventato più difficile che solo dare la vita ad un romanzo. Questo perché essere uno scrittore di professione è un lavoro a tempo pieno, così come prendersi cura di una famiglia. E il tempo restante è poco.

Alison DeLuca

Alison DeLuca

Un’autrice che sta vivendo questo squilibrio è Alison DeLuca, che ha scritto ‘The Nightwatchman Express‘, un romanzo nato come ebook che sta per essere pubblicato – e stampato – da una casa editrice.

Sono stata una mamma casalinga per cinque anni prima ch cominciassi a scrivere a tempo pieno. Le mie paure più grandi sopra la scrittura non erano i classici ‘blocchi dello scrittore’ o le lettere di rifiuto, ma perdere il tempo da dedicare a mia figlia”, afferma l’autrice.

Uno degli aspetti della scrittura che prende più tempo prezioso è il processo di pubblicazione. Dopo anni che pubblicava secondo il metodo tradizionale, DeLuca sapeva esattamente ciò che presupponeva questo processo, e sapeva anche che il suo lavoro come editore di romanzi, più i bisogni familiari, non sarebbero stati una somma possibile. Dunque poi ha deciso di mandare il manoscritto al suo datore di lavoro, una nuova casa editrice.

Dunque quando ha trovato Alison il tempo di scrivere? Fare una pianificazione richiede tanta creatività quanto scrivere. Dopo aver portato suo figlio alla scuola elementare, ha circa due ore per metterci dentro circa duemila parole. Poi passa l’ora o le due ore successive a editare.

Dopo di ciò, è sui social network e risponde alle e-mail. Entrambi i processi sono vitali per ‘commerciare’ la propria professione sia come autrice che come editore. Questo le lascia circa un’ora, prima che il figlio ritorni da scuola, per pulire casa, fare le commissioni e preparare la cena. Ciò nonostante, dopo che il figlio è andato a letto, è di nuovo al computer per fare altro editing per la casa editrice.

Ho pubblicato il primo manoscritto per ebook Readers completamente all’oscuro. Non sapevo niente su quante parole costituissero un libro medio, quindi vi ho messo dentro 150.000 parole, non realizzando che l’editore per portarlo alla stampa aveva dovuto dividerlo in quasi una completa trilogia. Ho imparato molto in questo processo, che ha preso parecchio tempo ma è stato anche molto divertente”.

Everett Powers

Everett Powers

Un’altro autore racconta la sua esperienza. Si tratta di Everett Powers, che ha fatto un salto decidendo di pubblicare per la prima volta da solo, senza editori come intermediari, su Amazon.com, per il Kindle Store. Tuttavia si è ritrovato a fare ciò che mai avrebbe pensato: ha tolto il suo romanzo dagli scaffali virtuali.

Il perché lo spiega l’autore stesso: “Dopo aver speso molto tempo scrivendo e comunicando con altri scrittori, non ero felice di questo  mio primo lavoro (un romanzo chiamato Canals). E’ un romanzo horror e non volevo che il mio nome fosse più associato con questo genere. Ora sono più uno scrittore di thriller e non voglio che che la gente associ Everett Powers all’horror. E’ molto limitante”.

Powers è stato in grado di fare questo passo per la stessa ragione per cui sempre più scrittori stanno diventando editori di se stessi con le pubblicazioni digitali, ovvero avere un controllo assoluto sul proprio lavoro. Quando è stato pubblicato su Internet per la prima volta, Canals era un romanzo di più di 200.000 parole, un lavoro massiccio anche per i romanzi stampati tradizionalmente.

Dopo qualche lavoro concentrato di editing, il romanzo è stato ridotto a 135.000 parole sentendo tuttavia che c’è altro lavoro da fare. Nel frattempo ha pubblicato il suo secondo romanzo affidandosi a Smashwords per l’impaginazione.

Tutto questo non sarebbe stato possibile farlo per una pubblicazione tradizionale. Per ritirare una copia di un libro solo perché si è insoddisfatti, uno scrittore dovrebbe essere del calibro di Stephen King per poterlo fare. Ma questo processo permetterà a sempre più autori di poter sfruttare l’auto-pubblicazione.

Gli scrittori che scelgono di fare l’impaginazione, il marketing e la vendita dei libri tutto da soli possono sfruttare il controllo sopra molto aspetti del loro lavoro, cosa che non potrebbero se si affidassero a normali editori. Tutto, da quante copie sono ‘stampate’ ogni volta, al prezzo, quali rivenditori avranno accesso al lavoro, sarà autonomo dell’autore.

Ricevere un ebook sul Kindle è l'ultimo passo. Prima è necessario passare attraverso tutto il processo di pubblicazione e marketing

Ricevere un ebook sul Kindle è l'ultimo passo. Prima è necessario passare attraverso tutto il processo di pubblicazione e marketing

Un altro autore auto-pubblicato che ha raggiunto un gran successo nel mercato digitale inglese di Amazon si chiama Robert Burton Robinson. Egli garantisce che non esiste una formula fissa per avere molte vendite e sorpassare  i 750.000 titoli che già ci sono.

Tuttavia ci sono alcuni processi che considera fondamentali per avere una qualche chance.

Per prima cosa, scrivere il libro migliore che si possa, poi creare una copertina che possa attrarre, che appaia bella anche se visualizzata in piccolo. In seguito scrivere una buona descrizione, includendo citazioni da alcuni fan che hanno già avuto modo di apprezzare il libro. E’ importante porre un prezzo equo, per libri piccoli per esempio un buon prezzo è 0.99$.

Da un altro punto di vista, è necessario diffondere estratti della propria scrittura sul proprio sito web, stare in contatto con i fan su Facebook, pubblicare una newsletter gratuita, in cui ciascun numero contenga un racconto breve inedito. E’ importante pure commentare autori e blog quando si ha qualcosa da aggiungere alla conversazione, e usare Twitter.

Tuttavia, alla fine, dipenderà solo ed esclusivamente dalla gente. Se le persone apprezzeranno il titolo, faranno rimbalzare le notizie ovunque, altrimenti resterà nell’ombra.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

3 Commenti

  1. Lo farò! Date un’occhiata al mio sito, potrebbe interessarvi :-)
    http://Www.pierluigitamanini.com

  2. Grazie mille Pierluigi, continua a seguirci

  3. Sintetico, ma certamente corretto.
    Sono contento che voi come me motiviate gli autori a intraprendere la carriera di scrittori indie!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto