Il nuovo modo di leggere libri

Il futuro degli schermi eReader è nel grafene

Avete mai sentito parlare del progetto Graphene? O del materiale grafene?

Non sorprende se la risposta è no. Infatti, è stato inventato (o scoperto) solo pochi anni fa, ma è valso già un premio Nobel nel 2010 agli scienziati che l’hanno portato alla luce.

Perché è così importante? Perché possibilmente cambierà l’industria mondiale nei prossimi decenni. Ed entrerà nelle nostre case.

Il grafene è uno dei materiali più resistenti mai progettati fino ad ora. Si basa su una struttura atomica: di fatto è un materiale spesso quanto un atomo di carbonio (ma visibile agli occhi). E per di più, è totalmente flessibile, ed è più conduttivo del rame. Insomma, ha la resistenza meccanica del diamante e la flessibilità della plastica. Dalla sua scoperta, una decina di anni fa, il mondo della scienza è in fermento per trovare più applicazioni possibile in ogni campo della tecnologia.

Ricercatori di Cambridge, ora, hanno sviluppo uno schermo e-Paper flessibile usando il grafene. Il che significa che potremo avere presto schermi che si flettono e quasi indistruttibili. Il nuovo prototipo è un display che usa una matrice attiva elettroforetica, simile a quella usata negli eReader odierni.

L’esperimento prodotto è di 150 pixel per inch (ppi) ed è stato costruito a basse temperature (minori di 100º C) usando un’altra tecnologia, OTFT (Plastic Logic’s Organic Thin Film Transistor). Gli elettrodi di grafene sono stati deposti in una soluzione e in seguito disposti su una scala di pochi micrometri (un milionesimo di metro), esattamente come pixel.

Vi presentiamo un video (in inglese) di questo esperimento, in cui si mostra il funzionamento e la flessibilità del nuovo materiale come display eReader.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto