Il nuovo modo di leggere libri

Il futuro del libro: tra economia digitale e scaffali

Economia tradizionale contrapposta a quella digitale, atomo contro bit, scarsità vs abbondanza. Non stiamo parlando di mere astrazioni teoriche, ma di principi dalle immediate ricadute pratiche. Facciamo un esempio. Nel mondo fisico se vuoi comprare un libro, esci di casa, ti rechi alla tua libreria di fiducia e acquisti un volume fatto di pagine rilegate. Scenario numero due. Sei a casa, sulle tue ginocchia hai il tuo Kindle oppure il tuo Sony PRS T1  e vuoi acquistare un libro. Cosa fai? Accedi all’Amazon Kindle Store, scegli titolo, ad esempio il bellissimo Post Office

di Charles Bukowski, e procedi all’acquisto.

[adsense_id=”1″]

Qual è la differenza? Non stiamo pensando solo alla convenienza della versione digitale. C’è di più. Nelle librerie fondate sullo scaffale vige un regime deflazionistico: il costo delle cose aumenta col passare del tempo. Essendo basato su risorse fisiche finite, nel nostro caso la carta, il loro progressivo consumo ne accresce il valore economico. Altro limite, lo spazio. Sullo scaffale i centimetri sono contati, oltre che soggetti a molti costi fissi, e quindi solo gli articoli che vendono molto posso accedervi. Le cosiddette hits. Niente di nuovo sotto il sole. Si tratta dell’applicazione dell’ormai celebre regola dell’80/20 istituita da Pareto nel 1897: il 20% dei prodotti, per noi libri, genera l’80% dei ricavi. Conseguenze? La scelta in libreria è limitata, vi troviamo classici o letteratura di consumo molto in voga e i prezzi tendono a crescere (sia perché la carta è una risorsa esauribile sia per gli elevati costi fissi).

Cosa accade nel mondo digitale? Lo store di Amazon o il servizio iBook di Apple invece fondano la loro forza sul bit, ossia su un’economia deflazionistica. Online le cose tendono a costare sempre meno. Tre le ragioni di fondo. Uno sviluppo tecnologico improntato sulla legge di Moore (crescita esponenziale delle capacità di calcolo al variare del tempo), l’aumento ancora più vertiginoso della capienza degli hard disk e la rapida evoluzione del trasferimento dati via web (una connessione in fibra ottica può migliorare del doppio le sue prestazioni ogni nove mesi). Una tripletta che secondo Chris Anderson, autore di Gratis, poterà all’erogazione di servizi dai costi contenuti. “In un mondo in cui i prezzi sembrano aumentare di continuo, il costo di qualsiasi cosa si basi su queste tre tecnologie è sempre destinato a scendere”.

Ancora. Sui negozi virtuali trovano spazio i mercati di nicchia. Di conseguenza la curva dell’offerta si estende e con essa la domanda. Nell’economia digitale infatti c’è sempre qualcuno, sebbene il numero di consumatori diminuisca drasticamente, interessato a titoli ritenuti elitari e sconosciuti al grande pubblico. Sommandosi tutti i “non-hit” hanno una grande rilevanza sui ricavi complessivi, tanto di riscrivere l’applicazione tradizionale della regola 80/20.

In questo caso le conseguenze sono una maggiore alternativa nella scelta, prezzi che tendono a decrescere e l’emergere di nuove avanguardie letterarie. Perché sulla rete, grazie al processo di democratizzazione dei mezzi di produzione, anche autori emergenti possono lanciare la loro scalata al successo e, con un pizzico di fortuna oltre che talento, riuscirci. L’utente di ebook non è solo un soggetto passivo, come nel libro a stampa, ma può farsi piccolo editore disponendo degli strumenti produttivi. Contando su un’offerta non soggetta a limiti di quantità ha accesso al mercato, facendosi conoscere ai suoi potenziali lettori.

Anderson legge nel futuro un modello rivoluzionario di concepire il business sulla rete. “Mentre il gratis del secolo scorso era un potente strumento di marketing, il Gratis di questo secolo è un modello economico completamente nuovo”. Speriamo abbia ragione.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto