Il nuovo modo di leggere libri

Kindle Fire, Nook Tablet e Kobo Vox. I tre tablet delle librerie a confronto

Le tre più grandi aziende di ebook Reader hanno tutte un tablet nuovo dal colore brillante che arriva al momento giusto, appena in tempo per le festività natalizie. Tutti cercano di duplicare il successo del Nook Color dello scorso anno.Confrontando le specifiche del tablet Nook rispetto al Kindle Fire e al Kobo Vox, anch’esso da poco sul mercato, si svela che tutti e tre i dispositivi sono molto simili.

L'Amazon Kindle Fire

L'Amazon Kindle Fire

Utilizzano tutti Android e hanno lo schermo con le stesse dimensioni e le stesse caratteristiche generali per leggere ebook, guardare video, ascoltare musica, navigare sul web, usare le e-mail, e molto altro.

E’ un confronto difficile, tuttavia, da sostenere per il Kobo Vox, perché il Kindle Fire e il tablet di Nook hanno entrambi processori più veloci, ma per ora, fino a consegna – almeno per quanto riguarda il tablet di Amazon – non sono disponibili fuori dagli Stati Uniti.  In questo campo il Kobo vince. Il Vox ha anche un altro vantaggio: oltre ad utilizzare il sistema operativo Android 2.3, come gli altri due tablet, gli utenti possono girare sul mercato Android anche per le applicazioni, mentre Amazon e B&N, casa produttrice del Nook, hanno deciso di usare solo le rispettive AppStores.

Il Nook Tablet

Il Nook Tablet

Il vantaggio principale del Kindle Fire è il collegamento con tutti i contenuti digitali di Amazon per Android, musica, video, e-book, incluso la memoria cloud gratuita per tutti i contenuti del portale. Se si è membri di Amazon Prime si possono anche ottenere  eBook gratis e guardare video in streaming. Il principale svantaggio del Kindle Fire è la memoria scarsa e la mancanza di uno slot per schede di memoria – seguendo la stessa logica degli eBook Reader. Tuttavia è una mossa con un senso ben preciso. Amazon sta cercando di offrire un servizio sempre più integrato grazie alla memoria Cloud, in cui si può immagazzinare tutto virtualmente.

Il tablet di Nook ha il vantaggio di avere il doppio di RAM e tanto spazio interno. Può ospitare file fino a 48GB con una scheda microSD. Sembra pazzesco confrontato al Kindle Fire, però la memoria Cloud, se utilizzata a dovere, supplisce alla mancanza in modo abbondante. Il Nook ha anche una comunità attiva di hacking, che costruisce ROM personalizzate che possono trasformarlo in un tablet sempre più completo. Il principale svantaggio del Nook è che l’appstore è più limitato e alcune applicazioni hanno un costo più altro che in altri negozi.

Inoltre il dispositivo è di reperimento difficile in Italia. Un tentativo, come visto in un precedente articolo, si può fare su Consegnato.com.

Il Kobo Vox

Il Kobo Vox

Chiaramente questa comparazione tra i tre dispositivi è solo superficiale. Siccome l’hardware è così simile tra loro, bisognerà confrontarli dal punto di vista delle prestazioni e del software, di tutto ciò che offre il loro utilizzo, praticamente.

Rispetto poi al Nook Color, dispositivo a metà strada tra eBook Reader e tablet, le principali differenze con il nuovo modello di B&N sono le seguenti.

In primo luogo il processore. Il primo ne possiede uno di 800 MHz – che è possibile portare a 1,2 GHz con overclocking – mentre il secondo di 1 GHz.

Il Color utilizza una versione più vecchia del sistema Android, la 2.2, ha solo 8 GB di memoria interna rispetto ai 16 del tablet, e arriva a 512 MB di Ram, in confronto al Gigabyte del nuovo modello.

La batteria del Color, in media, dura circa 7-8 ore – come il Kindle Fire, mentre nel tablet di Nook, pur avendo più funzioni, può durare fino a 11.5 ore – sicuramente a funzionalità limitata. Inoltre, sarà per la tecnologia più vecchia, il Color pesa 48 grammi in più del tablet Nook. Chiaramente in quest’ultimo lo schermo è molto migliore, anche se sono ancora da verificare le prestazioni, che saranno la vera cartina tornasole della differenza tra i due dispositivi.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto