Il nuovo modo di leggere libri

L’EU contro gli editori. Un’indagine per capire se esiste un cartello

Settimana scorsa è partita l’indagine europea contro i prezzi degli ebook nelle principali librerie digitali del continente. La polemica è nata dopo che molti utilizzatori si sono lamentati dei prezzi troppo alti e troppo simili dei libri digitali nei vari Store.

L’Unione Europea ha quindi aperto un’inchiesta tra i propri membri per capire se esiste veramente una qualche forma di ‘cartello’ sui prodotti oppure non è vero nulla. Per ora le indagini sono in corso e non si può arrivare ad una conclusione.

Un momento di un accertamento finanziario nella sede di un editore nell'Unione Europea

Un momento di un accertamento finanziario nella sede di un editore nell'Unione Europea

Alcuni editori già si stanno difendendo riguardo a questa politica dei prezzi eccessivamente alti, mentre dovrebbe essere almeno in linea con alcuni dei maggiori produttori. Ma questi polemizzano con questa scelta in quanto non permetterebbe loro di fare sconti e promozioni, in qualsiasi caso.

I pubblici ufficiali europei finora si sono rifiutati di dire quanti o quali editori sono oggetto delle ispezioni, ma un portavoce di Hachette, famosa per i suoi dizionari, ha confermato che era nella lista degli obiettivi. L’inchiesta pare sia focalizzata sulle compagnie francesi.

Questo perché la maggior parte delle aziende sono appena arrivate in questo mercato e hanno temporaneamente adottato il modello di un’Agenzia per determinare il prezzo degli ebook, in attesa che sia prodotto qualcosa di più ufficiale.

Al momento la Francia possiede una legge – Lang Law – che stabilisce un prezzo fisso per i libri venduti nel Paese e sconti limitati per gli stessi. Praticamente fa sì che sia l’editore a determinare il prezzo e scriverlo sul retro del libro, mentre ai venditori, o alle librerie, non è consentito venderne uno con uno sconto maggiore del 5% sul prezzo di copertina. La legge, in teoria, vale solo per i libri cartacei e quindi non dovrebbe essere applicata anche agli ebook.

La portavoce dell’anti-trust dell’Unione Europea, Amelia Torres, ha commentato: “Abbiamo dei sospetti di collusione per mantenere i prezzi alti. Ma se i nostri sospetti sono fondati, avrebbero un impatto anche oltre l’Unione, perché gli ebook sono venduti oltre i confini”. Ha aggiunto che le case produttrici indagate incorreranno in multe se la commissione troverà “forti evidenze” del reato.

Tra i vari regolamenti dell'Unione Europea, manca ancora un accordo comune per l'editoria digitale

Tra i vari regolamenti dell'Unione Europea, manca ancora un accordo comune per l'editoria digitale

Lo sviluppo dell’inchiesta è stato causato da un’investigazione a gennaio dell’ufficio britannico per il Fair Trading – l’agenzia anti-trust inglese – secondo cui gli accordi tra alcuni editori e venditori riguardo la vendita degli ebook “avrebbero potuto andare contro la legge sulla concorrenza”.

Le squadre di investigazione hanno chiesto ai maggiori editori di Londra, incluse HarperCollins, Hachette e Penguin, i vari libri contabili e documenti necessari riguardanti la vendita degli ebook.

Molti editori vedono  come cruciale la creazione di un’Agenzia modello per gestire gli affari con Apple, che controlla già iTunes e i prezzi degli ebook in commercio.

Il portavoce di Hachette ha negato che la compagnia sia coinvolta in qualsiasi accordo di prezzi. Così ha difeso l’azienda: “Noi lavoriamo con distributori come Amazon che hanno un notevole peso. Abbiamo visto che negli USA le librerie on-line hanno cominciato ad applicare grandi sconti sugli ebook, abbassando il loro prezzo generale. Di conseguenza la differenza tra il prezzo di un libro stampato e un ebook è diventato talmente sostanzioso che abbiamo sentito che era semplicemente inaccettabile.

E’ importante per gli editori poter controllare il prezzo di vendita, non vogliamo che i prodotti siano venduti sotto costo, perché il valore effettivo dei libri ne sarebbe danneggiato. Se questo accade, dobbiamo aspettarci che i venditori on-line assorbano il costo di finanziare, editare e pubblicare i libri?

Il general manager di Penguin ha commentato che il modello dell’Agenzia è “molto importante” e “contribuisce ad un commercio competitivo degli ebook”, per poter dialogare con rivenditori della forza di Apple. Secondo questa opinione, proprio l’accordo dell’Agenzia renderebbe il mercato competitivo.

Secondo gli editori, la visione di competizione che ha l’agenzia anti-trust britannica è che gli stessi produttori non devono essere consentiti a vendere a prezzi più bassi, ovvero significa eliminare la sezione ‘Promozioni’ dai loro siti e i clienti non potrebbero più trovare prezzi più competitivi altrove.

Dunque, c’è chi considera questo fatto uno svantaggio e chi invece un’opportunità per migliorare il mercato.

Anche alcuni romanzieri si schierano dalla parte di questa Agenzia e contro le leggi europee, almeno in questo caso. Il problema si porrebbe, secondo queste opinioni, nel caso opposto. “Amazon si troverebbe a controllare il mercato, per assurdo. Non per demonizzare Amazon, ma controlla una parte molto grande di questo commercio, a livello cartaceo, e se si trovasse a dominarlo pure nell’aspetto digitale diventerebbe difficile negoziarvi“.

L’editore di The Bookseller, Philip Jones, ha dichiarato che se si lasciasse decidere al mercato, gli ebook diventerebbero “troppo economici” e non sarebbero in grado “di ripagare gli autori, gli editori stessi e l’infrastruttura che sostiene l’industria.
In realtà invece la soluzione potrebbe essere proprio quella di ripensare l’industria e la sua struttura, così come è accaduto per il mercato musicale.

Sembra dunque che gli ufficiali dell’Unione Europea stiano provando a colpire gli editori più piccoli per creare un precedente nella regolamentazion dell’intera industria editoriale.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto