Il nuovo modo di leggere libri

La breve storia degli ebook e dei suoi lettori

Sono passati quasi 5 anni da quando il Kindle è entrato in commercio. Non è molto tempo, eppure in così pochi anni ha cambiato il futuro dell’editoria digitale. Ma Amazon ha lanciato l’ebook Reader per prima? Di sicuro c’è che in 5 anni ha lanciato ben quattro modelli del dispositivo.

La storia

Il patron di Amazon Jeff Bezon ha dichiarato nel passato che il Kindle è nato dalla sua passione, personale e professionale, per i libri, osservando il bisogno di portare la lettura nel mondo digitale. Nel 2007, in una conferenza, disse che “i libri sono l’ultimo bastione del mondo analogico. La lettura breve è stata digitalizzata, quella lunga non ancora”.

La visione di Bezos era di un dispositivo abbastanza buono da poter essere comparato ai libri fisici. Cercando, in contemporanea, di avere la possibilità di leggere ugualmente ad un libro cartaceo e con la sua semplicità di utilizzo. Al tempo stesso, provando a fare cose che con i libri normali non è possibile fare, per esempio portarsene appresso migliaia.

La prima versione del Kindle, a destra, a confronto con il Kindle 2

La prima versione del Kindle, a destra, a confronto con il Kindle 2

Il risultato fu, appunto, il primo modello di Kindle, rilasciato nel novembre del 2007. Aveva all’incirca le stesse dimensioni di una copertina e anche la stessa luminosità. Utilizzando lo schermo e-Ink, offriva lo stesso livello di chiarezza e definizione di un testo su una pagina stampata.

Aveva una batteria che durava abbastanza tempo da poter finire diversi romanzi con una singola ricarica. Si poteva allo stesso tempo portarsi appresso un’intera biblioteca, e consentiva –nell’idea, ma in realtà il primo Kindle non permetteva questa funzione – di acquistare nella libreria direttamente dall’ebook Reader.

Comunque, anche se il Kindle è frutto dell’ingegno di Jeff Bezos, non sarebbe stato possibile realizzarlo se non fosse stato preceduto dall’invenzione di altre tecnologie.

Ricorrendo la Storia, ci sono state diverse tappe fondamentali,  a partire dal 1971. Il primo dicembre di quell’anno, infatti, Michael Hart inaugurò il Progetto Gutenberg, con l’obiettivo di mantenere le tracce dei libri nelle biblioteche fisiche. Il primo libro digitale riprodotto è stata la Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti.

In seguito, nel 1985 Robert Stein fondò la Voyager Company, che produceva ebook a li rendeva disponibili su CD-ROM. L’industria dell’editoria digitale non esisteva comunque ancora. Il primo software per ebook fu sviluppato da Z.K.Zapata nel 1993, ed era chiamato Digital Book V.1. In quegli stessi anni, una società chiamata Digital Book Inc. rese disponibili 50 libri digitali su un unico floppy.

Il primo ebook Reader sul mercato, il Rocket ebook

Il primo ebook Reader sul mercato, il Rocket ebook

Nel 1997 – 10 anni prima dell’uscita del Kindle – Joseph Jacobson fondò la eInk corp., l’azienda che migliorò il concetto di ePaper (o carta elettronica) sviluppata dalla Xerox negli anni ’70. eInk sviluppò questa tecnologia sufficientemente da essere diventata leader nel settore, appunto dopo l’uscita del Kindle, che la fece diventare quasi uno standard anche per gli eReader concorrenti.

Nel 1998 i primi due ebook Reader furono lanciati sul mercato. Si chiamavano Rocket eBook e Softbook. Tuttavia, essendo molto costosi, non presero il volo e, inoltre, pochissimi ebook allora erano disponibili per essere scaricati. Ricordiamo che la stessa Internet era agli albori, almeno a livello di massa.

Già l’anno seguente, nel 1999, nacquero un certo numero di portali on-line che distribuivano libri digitali, di solito gratuitamente ma anche a pagamento. Uno di questi era eReads.com, portale tutt’ora attivo e ricco di contenuti.

Da quel momento, gradualmente, sono nati altri siti. Ma è solo nel 2006 che gli ebook Reader sono arrivati in commercio a livello massiccio, e non è stata opera di Amazon, bensì di Sony. Il primo dispositivo prodotto si chiamava Sony Reader, e già utilizzava uno schermo e-Ink. Entro l’anno seguente, il Kindle era in commercio, seguito da altre marche quali iRex e BeBook.

Il Kindle – in prima versione – fu lanciato il 19 novembre 2007, al prezzo di 399 dollari, e andò esaurito in quattro ore e mezza, rimanendo senza scorte fino all’aprile 2008. Dunque non è stato il primo eReader, ma sicuramente è stato il dispositivo che ha aperto il mercato dell’e-book alle masse.

Questo perché, rispetto al Sony dell’anno precedente, offriva alcune cose in più fondamentali per attrarre l’attenzione della clientela. Tra queste, il libero accesso con connessione 3G, il wireless incluso nel dispositivo, la possibilità di scaricare un ebook in meno di 60 secondi, una velocità molto maggiore nello sfogliare le pagine –digitali- e, oltretutto, una enorme scelta di titoli nello Store di Amazon.

Un ulteriore boom si ebbe nel 2008, quando nel suo famoso show televisivo, Oprah Winfrey dichiarò che era il suo dispositivo preferito. Per l’influenza che hanno le star televisive sul pubblico, le vendite del Kindle si impennarono e portarono Amazon sul podio degli ebook Reader, per quanto i concorrenti, tra cui Sony, continuassero a produrre prodotti di alta qualità.

Nel 2009, a febbraio, uscì il Kindle 2 – la versione internazionale entrò in commercio in ottobre, mentre già a luglio del 2010 veniva presentato il Kindle 3. Nel frattempo, nel maggio del 2009 entrava in commercio il Kindle DX, l’eReader con lo schermo grande. E ora si attende per la quarta versione dell’eReader di Amazon.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto