Il nuovo modo di leggere libri

Microsoft e Barnes & Noble alleati con Windows 8

Microsoft punta sul futuro dell’editoria digitale con un investimento da 300 milioni di dollari. E dopo lo strapotere nel settore dei sistemi operativi, dei programmi d’ufficio e delle console, è ora il turno degli ebook. Microsoft annuncia la sua partecipazione alle attività della catena di librerie americane Barnes & Noble. In particolare, Redmond è interessata ai prodotti legati all’ebook reader Nook e ai testi universitari, che affluiranno in una controllata, la Newco.

Si tratta di uno spin-off dove vengono raccolti gli elementi in maggiore crescita all’interno del brand Barnes & Noble. Perché? Nei college americani B&N conta su 636 librerie, e non solo. Il suo eReader è un dispositivo economico, di base 99 dollari, e competitivo, dal punto di vista delle specifiche tecniche, rispetto al gioiello di casa Amazon, KindleB0051QVF7A.

Barnes & Noble cerca un rilancio del proprio titolo in Borsa. La società ha aperto il 2012 con un valore di 14,75 dollari ad azione, ma già il 5 gennaio aveva subito un calo fino a 9,5 dollari. Come conseguenza la quotazione complessiva è stata ridotta a soli 550 milioni di dollari. Una delle ragioni sembra additabile alla distribuzione di libri a stampa. Dopo l’annuncio dell’operazione Microsoft, infatti, lo stock è salito del 100% in una sola giornata, superando quota 30 dollari.

Microsoft acquisirà una partecipazione del 17,6% su Newco. Ma nell’accordo è previsto anche che il nuovo sistema operativo Windows 8, la cui presentazione è in programma per l’inizio di giugno, avrà inclusa un’applicazione per Nook. Ovvero, una versione virtuale del dispositivo che porta il catalogo digitale di Barnes & Noble agli utenti della piattaforma Windows. Ciò condurrebbe a un notevole ampliamento del bacino d’utenza su cui conta Nook.

Accordo che pone una parola fine alla competizione tra le due società. È notizia dell’anno scorso, Microsoft aveva fatto causa alla catena di libreria per presunte violazioni di brevetto proprio nella produzione dell’e-book. Mentre Barnes & Noble accusava Redmond di penalizzare produttori minori di tablet che utilizzano Android. Nook potrà meglio compere con player come Apple, con il suo iPad presente ovunque, e Kindle, sbarcato in oltre 175 Paesi in tutto il mondo.

Ma anche Microsoft godrà di un’alleanza in grado di rafforzare il settore “educational”, e dove la competizione con Apple è più serrata. Inoltre vedrà accrescere l’offerta tablet, dispositivi per cui è studiato il nuovo Windows 8. Grazie all’apporto della società di Redmond, il lettore Nook minaccia da vicino il forte rivale Kindle? Quali saranno i prossimi scenari aperti da questa join vention?

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto