Il nuovo modo di leggere libri

Motorola Xoom: un tablet pieno di risorse in anteprima

Come nel mercato degli ebook Reader, dove i vari marchi cercando di contendere il primato del Kindle, anche in quello dei tablet dopo il lancio dell’iPad e poi dell’iPad 2 la corsa è sfrenata.

In seguito all’uscita del Samsung Galaxy Tab, che anche se non ha distrutto il primato del dispositivo di Apple si è conquistato una fetta di mercato, ora anche Motorola propone un nuovo tablet, che uscirà in Italia in autunno o in inverno di quest’anno. Il suo nome è Motorola Xoom, e per le caratteristiche presentate e provate in anteprima,darà filo da torcere ai concorrenti.

Vincere sui rivali?

Ecco il Motorola Xoom, con una grafica accattivante e un design semplice ed elegante

Ecco il Motorola Xoom, con una grafica accattivante e un design semplice ed elegante

Per prima cosa, lo Xoom avrà installato Android come sistema operativo, ma sarà il primo a possedere la versione 3.0. Il design è esteticamente interessante e opererà con uno schermo touchsccreen a risoluzione 1280×800.

Sarà dotato  di un processore  dual core Nvidia Tegra 2 1 GHZ, praticamente lo stesso dell’iPad 2, con un 1 GB di RAM di tipo DDR2, per rendere i processi più rapidi. La memoria interna è molto capiente, 32GB a cui si possono aggiungere altri 32GB tramite microSD.

Anche se presentato come novità, in realtà dopo l’uscita sul mercato dell’iPad 2 non è più tale. Parliamo delle fotocamere, che pure nello Xoom saranno due, una sul retro – da 5 megapixel – per fare video e  foto, e una sul fronte del dispositivo – da 2 megapixel – per videoconferenze.

Una funzionalità interessante e inedita, invece, è il flash integrato nella fotocamera del retro, per fare foto anche in ambienti poco luminosi. Tuttavia, secondo alcune prove sul campo –ancora non ben definite invece per l’iPad 2 – girare dei video sembra un po’ difficile e meccanico.

E’ provvisto di un accelerometro, o sensore G, a tre assi in modo da orientare lo schermo in orizzontale o verticale a seconda di come si utilizza il dispositivo.

Uno degli aspetti fondamentali di un tablet è la possibilità di poter guardare video, e lo Xoom sembra assolvere pienamente questa funzionalità, tramite l’opzione di visualizzazione in 16:9. Può mostrare video in molti formati – H.263, H.264, MPEG4, VP8 – mentre si può ascoltare file musicali sotto forma di Mp3, AAC, AAC+, AMR NB, AMRWB, e XMF.

Possiede due altoparlanti che trasmettono un suono abbastanza compatto e chiaro a metà del livello del volume, mentre al suo massimo si sente un po’ distorto, per cui in quel caso è meglio usare delle cuffie.

La connessione con Google Map è forte. Grazie al GPS, si può vedere esattamente la propria posizione e il tablet diventa navigatore satellitare

La connessione con Google Map è forte. Grazie al GPS, si può vedere esattamente la propria posizione e il tablet diventa navigatore satellitare

Anche le funzionalità per la navigazione in Rete sono state rese bene, tramite connessione wireless Wi-Fi oppure Bluetooth per collegasi con altri dispositivi. Sarà disponibile anche la rete 3G tramite gli operatori competenti, per ora negli USA con Verizon e in futuro anche LTE.

La durata della batteria si dimostra superiore alla media, arrivando a 8 ore e 20 minuti, il che praticamente rende il dispositivo utilizzabile per più tempo rispetto al Galaxy Tab, per esempio, mentre l’iPad dura circa 9 ore. Ma con la connessione 3G spenta – tenendo il Wi-Fi acceso – arriva addirittura a 10 ore di uso.

Se volessimo usarlo solo off-line, cioè con tutte le connessioni disattivate, potrà durare fino a 3 giorni, ascoltando solo musica, oppure circa 10 ore vedendo continuamente video. Ma tutto questo forse non basta per convincere eventuali acquirenti.

Aggiunte e novità

Il Motorola Xoom si presenta con moltissime porte per connettersi ai vari dispositivi, al contrario dell’iPad che vuole essere un apparecchio a sé, non potendo collegarsi a nulla. Lo Xoom invece ha gli slot per microUSB, in modo che si possa trasferire dal proprio PC musica, video, documenti, ebook etc. Come l’iPad 2 possiede una porta mini HDMI per vedere film e video in alta definizione anche su un televisore.

Il Motorola Xoom permette di vedere film e video in 16:9 in alta definizione

Il Motorola Xoom permette di vedere film e video in 16:9 in alta definizione

Oltre alla Rete, il dispositivo di Motorola è anche connesso al satellite. Infatti è stato installato il GPS da usare insieme a Google Maps, in modo da sapere esattamente dove si è e quindi funzionare da navigatore satellitare. Come se non bastasse dei sensori interni al tablet captano la luce ambientale in cui ci si trova, e regolano la luminosità dello schermo in base alle condizioni che trovano.

Configurare il dispositivo la prima volta che si utilizza è molto semplice, anche utilizzando il nuovo Android 3.0. Si viene guidati passo passo per compiere queste operazioni, tra cui l’installazione della eventuale connessione Wi-Fi. La personalizzazione del tablet è altissima grazie al sistema operativo installato.

Addirittura si può inserire come ‘immagine’ di sfondo Google Map, aggiornato costantemente con la propria posizione, oppure sfondi ‘panoramici’, che si muovono mentre noi muoviamo lo schermo.

Forse uno dei difetti si può trovare nella carenza di tasti veloci da premere, invece di utilizzare sempre il software touch-screen. Tuttavia le risposte ai nostri comandi appaiono molto rapide.

Per leggere e-book vi è un’applicazione standard all’interno, Google Book, che offre una connessione diretta con l’Android Market nella sezione degli ebook, appena nata. Offre sufficienti personalizzazioni, come il cambio della dimensione del font o il tipo stesso di carattere per il libro, ma come ogni tablet non raggiunge l’esperienza di un ebook Reader dedicato. Inoltre questa applicazione non permette di importare i propri libri in formato ePub.

Il Motorola Xoom si presenta comunque pieno di capacità, velocità e facilità di utilizzo, tanto da fare seria concorrenza a Apple o Samsung.  Si può considerare che i difetti sono pochi – lenta rotazione dello schermo, difetti nella visione di una galleria di immagini, video di Youtube di qualità minore – rispetto ai moltissimi vantaggi che offre per un tablet.

L’unico fattore che può ostacolare – fortemente – l’ascesa dello Xoom a migliore tablet Android del 2011 è il prezzo. Con una tecnologia simile, è prevedibile che sia tendente verso l’alto, ma i 799 dollari richiesti potrebbero essere al di là di molte tasche.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto