Il nuovo modo di leggere libri

Prestito a tempo indeterminato per eBook? MLOL e il caso Skoobe

Prestito ebook

Prestito a tempo indeterminato Ebook

Quali sono le soluzioni d’avanguardia nel campo del prestito di ebook? Ha ancora senso parlare di prestito quando questo è a tempo indeterminato? Sono gli interrogativi aperti da alcune recenti iniziative intraprese nel settore dell’editoria digitale. In Italia a destare vivo interesse è stato l’accordo tra il network italiano di biblioteche pubbliche per la condivisione di contenuti digitali MLOL e Bookrepublic, piattaforma di distribuzione e vendita di ebook. Quali sono le novità? La cancellazione del limite di tempo di 14 giorni a cui era soggetto il libro elettronico noleggiato. E non solo. Abolito anche il numero di supporti impiegati nella lettura digitale.

Un cambiamento, da molti definito rivoluzionario, imposto dal passaggio verso sistemi di protezione alternativi allo standard “DRM Adobe”. Che identifica i testi imponendo, appunto, limiti temporali e di supporto. Oltre 2.300 biblioteche italiane, quelle aderenti al MLOL, hanno preferito adottare il contrassegno watermark, altresì conosciuto come Social DRM, con cui sono distribuiti gli articoli nei cataloghi di Bookrepublic. Resteranno comunque tracciabili sia l’origine del prestito che i dati utente e quelli di download, al fine di contrastare eventuali usi impropri. Sarà scaricabile un ebook ogni 14 giorni.

[adsense_id=”1″]

Modello di prestito definito “watermark lending”, considerato una novità planetaria. E la pirateria? Secondo gli editori aderenti l’iniziativa, un accesso semplificato ai contenuti spronerebbe l’utente a evitare derive illegali. Editori il cui profitto è misurato in proporzione ai prestiti realizzati. Ma anche le biblioteche godrebbero di diversi benefici, vedendo migliorata la qualità della loro offerta.

Questo quanto occorso alla fine dello scorso febbraio. Più recente è la notizia dell’inaugurazione, in Germina, del servizio di “prestito” a tempo indeterminato Skoobe. Pagata la quota di abbonamento mensile di 10 euro, si ha accesso a un fornito catalogo di testi, molti dei quali offerti da case editrici di chiara fama e di recente pubblicazione. Tanto per fare qualche nome di editore citiamo: Droemer, Holtzbrinck, Random House, Macmillan.

Rispetto al modello italiano c’è uno scarto in termini di quantità. Si possono consultare un massimo di 5 titoli contemporaneamente. Terminata la lettura di un libro possiamo restituirlo e prenderne uno nuovo. L’assenza di vincoli cronologici agevola una lettura potenzialmente illimitata. Quanto alla fruizione, il servizio è disponibile come App iOS e fra poco anche su piattaforme Android. Il numero massimo di supporti di lettura concessi è tre per ogni utente registrato.

Ma l’ottenimento di testo a tempo indeterminato e a pagamento è ancora definibile prestito? E le potenzialità del modello di business fondato sul Social DRM watermark è davvero proficuo anche per il sistema bibliotecario? È difficile interpretare il cambiamento imposto dall’editoria digitale utilizzando le sole chiavi di lettura offerte della tradizione a stampa.

Cosa significa “prestito” al tempo degli ebook? Un bene digitale è di per sé facilmente replicabile, accessibile da qualsiasi piattaforma e soggetto a restrizioni comunque, nel breve o medio termine, eludibili. Allora sorge il bisogno degli editori di interpretare, con nuovi modelli economici, il loro ruolo e la possibilità di generare profitto. Non si possono cambiare i binari su cui corre l’universo della rete, ma trovando la chiave giusta forse è possibile sfruttarli a proprio vantaggio. Indipendentemente dal successo generato, quelli chi vi abbiamo proposto sono tentativi che muovo in quest’ottica. Non c’è alternativa al cambiamento.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto