Il nuovo modo di leggere libri

Pubblicare e vendere ebook con BitTorrent

Più o meno tutti conosciamo i torrent, chi ne ha solo sentito parlare e chi li usa regolarmente. Per chi non li conoscesse, il protocollo BitTorrent, spesso abbreviato BT, è un protocollo finalizzato alla distribuzione e condivisione di file nella rete.

Una buona parte di questo servizio è usato per condividere più o meno illegalmente musica, film e chi più ne ha più ne metta. Ma c’è un altro servizio che è poco conosciuto. Si tratta del servizio di vendita e pubblicità di BitTorrent, che permette ad ogni autore di vendere o condividere legalmente le proprie opere, con DRM o senza. Un servizio unico ed estremamente personalizzabile. Ecco di cosa si tratta.

Vendere più facilmente

BitTorrent non ha file su propri server. Il server sono tutte le persone che l’utilizzano. Il principio fondamentale infatti è che permette ad un utente di scaricare un file da molteplici fonti. Più utenti condividono lo stesso file, più veloce è il download per ognuno. Da qualche anno a questa parte uno dei pioneri, Bittorrent, sta offrendo download a pagamento, ed ha raccolto l’interesse del mondo della pubblicazione digitale come mezzo per vendere audiolibri, ebook, riviste e giornali.

BitTorrent Bundle per autori ed editori

BitTorrent Bundle per autori ed editori

C’è un sistema a pagamento ed uno gratuito per distribuire il proprio contenuto digitale. Per esempio, in ambito musicale, invece di gestire un costoso servizio di relazioni con un sito di streaming, o pagare i costi di web-hosting per un sito, un musicista può dare gratuitamente alcune delle sue canzoni e farne pagare altre.

Alcune aziende, inoltre offrono film, show televisivi o altri prodotti artistici. Il servizio, che si chiama Bundle, è stato lanciato nel 2013 ed ha raggiunto già la considerevole cifra di cento milioni di utenti. Molto attrattivo anche per gli editori.

Dall’illegalità alla carta di credito

Molte persone pensano che BitTorrent è un metodo di distribuzione illegale, un nido di pirateria e non una sorgente di reali contenuti. Per questo è stato sviluppato un nuovo sistema chiamato Pay Gate. Artisti e studi cinematografici lo usano per monetizzare i loro contenuti. Solo quando il pagamento è effettuato usando una carta di credito o Paypal, il Bundle si apre e può iniziare il download.

Ebook su BitTorrent

Gli editori sono l’unico segmento che è rimasto un po’ fuori da questo servizio. Alcuni autori invece l’hanno usato per conto loro, mettendo su torrent i propri ebook per costruire un pubblico sui nuovi titoli. Ci sono anche torrent specializzati per generi, come la fantascienza.

Alcuni autori seguono poi un’altra strada. Vendono i propri libri senza crittografia, o protezione, il che permette che una volta scaricati si possano caricare sul proprio cellulare, sull’e-reader o il tablet. Tra gli altri, gli editori della serie di Harry Potter non usa DRM, ma solo il digital watermark. Quest’ultimo è un segnale integrato nell’opera – scritta, visiva o auditiva- invisibile all’utente, ma che tiene traccia dell’originalità del contenuto. E ovviamente rintracciabile. L’utente può farne quello che vuole, ma la casa produttrice, o l’autore, saprà sempre dove saranno gli originali.

Si tratta, in conclusione, di un servizio che vale la pena sperimentare, per tutti coloro che pubblicano ebook, senza dover contare esclusivamente su Amazon per distribuirli. C’è sempre la possibilità di vendere i propri EPUB o PDF con DRM, e farli leggere dai lettori sul proprio eReader o tablet con Adobe Digital Editions.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto