Il nuovo modo di leggere libri

Publishing Business. E-Ink tra presente e futuro

Nei giorni scorsi si è tenuto a New York un evento molto importante sull’editoria, Publishing Business, che ha visto avvicendarsi molti editori affermati e persone del settore interessate a scoprire nuovi orizzonti e le tendenze principali.

Una delle nuove tecnologie di e-Ink. Uno schermo flessibile, portatile e touchscreen

Una delle nuove tecnologie di e-Ink. Uno schermo flessibile, portatile e touchscreen

Uno di questi incontri è stata una conferenza speciale sullo sviluppo delle tecnologie di e-Ink. L’incontro è stata una conversazione tra Sriram. K. Peruvemba, capo dell’ufficio marketing e David Renard, partner di mediaIDEAS.

E-Ink si è imposta come azienda nel settore dell’ePaper ormai da tempo, diventando praticamente quasi lo standard per i dispositivi che utilizzano questa tecnologia. Ci sono circa 50 ebook Readers sul mercato, e 40 di questi utilizzano e-Ink.

La qualità dei display ePaper è giunta ormai alla terza generazione. La tecnologia è nata con un’idea per caso, se così si può dire e, come spesso accade, le novità nascono con un certo scopo e poi passano ad altri settori. Così si spera che una tecnologia tale possa passare dagli eReader ad altri oggetti che, per ora, sono assenti di display.

Secondo i manager dell’azienda, i dispositivi dedicati – in questo caso alla lettura – esisteranno per lungo tempo come oggetti separati. Una convergenza tra ebook Reader e altri dispositivi, come i tablet, avverrà quando questi ultimi saranno in grado di offrire le stesse funzioni dei primi.

Fino ad allora, saranno due tipi di oggetti per usi separati. Quindi, anche se si può amare l’iPad, certo non dà un’esperienza di lettura piacevole sul lungo termine. Gli LCD sono per ora troppo lontani dal cartaceo o dell’ePaper.

In un mese, tuttavia, sul mercato cinese uscirà il primo modello di ebook Reader con ePaper a colori, con uno schermo da 9.7 pollici. Questa nuova tecnologia non garantisce comunque una vivacità di colori paragonabile neppure lontanamente all’LCD. Di certo non si potranno ancora vedere i documentari televisivi con uno schermo e-Ink.

Tutto ciò però può non essere vero per gli studenti, per esempio, ovvero chi utilizza i libri di testo, o scolastici. Gli studenti infatti sarebbero più propensi ad utilizzare  un dispositivo multi-funzione anche per leggervi sopra i libri. Certo, dipende poi dai prezzi.

Il primo modello del nuovo ebook Reader con ePaper a colori che uscirà tra circa un mese in Cina

Il primo modello del nuovo ebook Reader con ePaper a colori che uscirà tra circa un mese in Cina

Come abbiamo visto in uno scorso articolo, per ora nei Paesi in via di sviluppo economico è più vantaggioso avere un Kindle che un iPad. Gli interessi maggiori, in ogni caso, non sono tanto in Occidente quanto in Paesi emergenti come Brasile, India e Cina. Per questo il nuovo eReader a colori uscirà per la prima volta in quest’ultimo Paese.

I colori adottati sono comunque sufficienti per la visualizzazione di un libro di testo, e bisognerà vedere se sarà  abbastanza anche per il pubblico. Uno degli aspetti più interessanti, e più appetibili da questo punto di vista, della tecnologia e-Ink è che consuma pochissima energia. Anche il nuovo schermo a colori manterrà questa caratteristica. Il suo costo sarà all’incirca il 15% o il 20% del totale dell’ebook Reader.

La tecnologia è simile a quella degli ePaper tradizionali, monocromi. La differenza consiste nella presenza di un filtro colorato come strato superiore. I vari strati, però, avranno l’effetto di diminuire lo spessore totale addirittura del 50%.

Grazie a questa sottigliezza, la risposta nell’utilizzo del touchscreen è pure migliorata. I nuovi display saranno in grado di mostrare dei video ad una velocità decente. Ora ci vogliono circa 250 millisecondi per cambiare pagina con uno schermo e-Ink, il che è comunque più veloce di sfogliare una pagina cartacea.

I nuovi display, invece, saranno 10 volte più veloci. Saranno necessari solo 50 millisecondi. Ma così rapidi e di qualità saranno disponibili solo fra qualche anno.

Gli schermi LCD utilizzano un sottostrato di vetro che è molto più fragile – e pesante – degli schermi e-Ink, tanto che questi ultimi sono fatti in modo da durare molto di più, e pesare di meno. In progettazione infatti vi sono diversi modelli, anche schermi molto grandi ma che pesano pochissimo.

Quello che frena per ora questo sviluppo sono i componenti elettronici e i case che li contengono. Probabilmente uscirà un ebook Reader delle dimensioni di  un blocco note quest’anno. Secondo Peruvemba, già vi è la prospettiva di prezzi ancora più bassi di quelli esistenti, anche se in termini di contenuti la strada da percorrere è ancora lunga. Tuttavia pensa che quest’anno i prezzi scenderanno sotto i 100 dollari.

Questo perché, per ironia della sorte, i dispositivi che utilizzano la tecnologia e-Ink sono aumentati di molto da quando Apple ha rilasciato l’iPad. Praticamente da quel momento è nata la convivenza con gli ebook Reader, per il fatto di avere degli obiettivi differenti.

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto