Il nuovo modo di leggere libri

Sony vs Amazon: nuovi display flessibili e a colori

Il mercato degli eReaders è molto concorrenziale, ogni azienda cerca di lanciare il proprio prodotto come migliore in commercio. La sfida avviene a colpi di display. Amazon propone uno schermo dotato di illuminazione frontale così Kobo risponde con la medesima tecnologia ma con uno schermo HD e via discorrendo, abbiamo dispositivi da 6, 8 pollici…insomma c’è ne per tutti i gusti.
Arrivati a questo punto cosa potrebbe suscitare curiosità e interesse? Ci hanno pensato Sony ed Amazon, almeno idealmente.

Sony al lavoro sull’eReader flessibile

sony amazon display flessibili a colori

display e-Ink Mobius

Sony per ora ha prodotto un dispositivo, per adesso è ancora un prototipo (ve ne avevamo parlato qui), utilizzando la tecnologia Mobius studiata per realizzare degli schermi flessibili rivestiti con materiale plastico. Una scelta tecnica non di poco conto in quanto va ad alleggerire il peso complessivo del display e soprattutto lo rende più resistente agli urti.
La risoluzione dello schermo Mobius per ora è di 1200 x 1600 pixel, ossia 150 PPI, un valore che si allontana da quelli offerti dagli schermi a 6 pollici usati su Kindle PaperWhite e Kobo Glo (221 PPI).

Un eReader con schermo flessibile consente una lettura simile a quella di un libro visto che è dotato di angoli pieghevoli ma un’altra caratteristica da non sottovalutare è il fatto che il display sia costituito da un pannello in plastica e non in vetro come i comuni eBook Reader pertanto si riduce notevolmente il rischio di rovinare il dispositivo in quanto attualmente con i classici eReader basta un semplice urto per essere costretti a cestinare il lettore, visto anche che la rottura del display non è coperta dalla garanzia.

Amazon e l’obiettivo di realizzare un Kindle a colori

Amazon invece controbatte cercando di rendere sottile il confine tra eReader e Tablet e l’idea che si è posta è quella di creare un dispositivo con uno schermo a tecnologia electrowetting che consente di ottenere un display con una qualità di riproduzione elevata, bassi consumi ridotti del 90% , flessibile e resistente.

Pare che Amazon abbia infatti acquisito da Samsung per una cifra che non ci è dato sapere, Liquavista, l’azienda che ha sviluppato i primi pannelli con tecnologia electrowetting, e abbia incaricato Lab126, un’azienda sussidiaria ad Amazon che si ccupata dello sviluppo dei nuovi prodotti,  di trovare  uno staff valido che si occupi di questa tecnologia che rivoluzionerà il mercato dei Kindle. Proprio per questo Carolin Fischer, responsabile risorse umane di Amazon, recentemente è entrato in contatto con Tony Slack, il Chief Technology Officer di Liquavista, attraverso Linkedin.

Come funziona l’electrowetting?

electrowetting-displayL’Electrowetting è un tipo di display a colori emissivi con le caratteristiche dell’e-paper. Rispetto agli altri display la tecnologia electrowetting sarebbe molto più luminosa consumando meno potenza. Si basa sul microcontrollo del movimento di un fluido tramite generazione di tensione. Per far si che il Kindle rifletta oltre alle sfumature di grigio anche i colori, viene aggiunto uno strato di acqua colorata alle parti di olio, in modo tale che si formi un filtro per la luce che riesca a riflettere i colori. Quando non è applicato un campo elettrico, l’olio forma spontaneamente una barriera tra l’acqua e il rivestimento creando un pixel colorato; se invece è applicata una (bassa) tensione tra l’elettrodo e l’acqua, la tensione tra l’acqua e le cariche, fa sì che l’acqua sposti l’olio tutto da una parte. Questo crea un pixel parzialmente trasparente o, se il display è collocato su una superficie opaca, un pixel bianco.
I materiali usati perciò nei display electrowetting sono: due strati di vetro (o plastica), tra cui vengono inseriti acqua e olio. In aggiunta viene inclusa la tintura dissolta nell’olio. La scelta della tintura determina il colore del display, in particolare nello stato off del display in cui l’olio ricopre l’intera superficie

Un display a colori si rivela effettivamente utile per coloro che leggono libri illustrati come fumetti o hanno la necessità di guardare grafici e tabelle. L’unica cosa che un po’ ci preoccupa è che Liquavista per molto tempo ha lavorato ai display elettrowetting ma non è mai uscito in commercio un eReader con queste caratteristiche neanche quando venne acquistata da Samsung che ricordiamo è specializzata nella realizzazione di display per vari prodotti di elettronica.

La domanda è se Samsung non è riuscita ad offrirci niente riuscirà Amazon a tirar fuori un Kindle a colori? O c’è qualche problema di fondo che non vogliono rivelare? Certo è che con la tecnologia attuale resterebbe solo un prodotto di nicchia e probabilmente si continuerà ancora a preferire i Tablet.

Per ora è interessante sapere che le aziende stanno lavorando a questi progetti che potrebbero in un certo qual modo rivoluzionare il settore degli eReaders offrendo dei dispositivi che si avvicinino maggiormente alle esigenze dei clienti.

Voi cosa ne pensate? Siete curiosi di vedere realizzati questi modelli? Diteci la vostra.

 

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto