Il nuovo modo di leggere libri

Sony e l’evoluzione dei suoi dispositivi

Dopo aver ripercorso la storia dei dispositivi di Amazon e di Kobo oggi andremo a vedere come nel corso degli anni si sono evoluti i lettori Sony.

Ricordiamo che nei primi mesi del 2014 l’azienda giapponese ha abbandonato il settore eBook, probabilmente stanca di una concorrenza spietata ed ha deciso di chiudere i battenti in Nord America, Regno Unito, Europa e Australia.

Ma è giusto ricordare che è stata la prima azienda a lanciarsi in questo settore avviando la prima libreria digitale e nei suoi anni di gloria è quella che ha creato più modelli che andremo ora a vedere.

Sony Librie

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositiviNoto agli utenti anche come EBR-100EP è stato rilasciato nell’aprile del 2004.

Questo lettore era il frutto di una collaborazione tra Sony, Philips ed e-Ink Corporation ed è stato il primo dispositivo con tecnologia e-Ink messo in commercio.
Inizialmente è stato venduto in Giappone poi in seguito ad un aggiornamento del sistema e mediante store online è stato venduto anche negli States.

Il device era un 6 pollici con una risoluzione SVGA da 800 x 600 pixel (167 ppi) a 4 gradazioni di grigio.

Lo schermo progettato da Philips utilizzava energia solo quando cambiava l’immagine sul display pertanto l’utente con quattro batterie alcaline AAA poteva leggere più di 10.000 pagine.

La memoria interna era da 10 Mbyte e gli utenti erano sorpresi di potersi portare in giro ben 500 eBook. Tra l’altro la memoria era anche espandibile mediante una slot per memory stick fino a 512 Mbyte.
Gli utenti erano in grado di ascoltare la musica mediante l’altoparlante e il jack per le cuffie.

Questo dispositivo è stato interessante anche perché Sony aveva sviluppato un proprio formato proprietario LRF.
Le dimensioni per farci un’idea erano di 126 mm x 190 mm x 13 mm mentre il peso era di 190 grammi.

Sony PRS 500

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositivi

Noto come “A Reader” è stato rilasciato nel settembre del 2006 ed è stato il primo device commercializzato al di fuori del Giappone.

Nulla a che vedere con il precedente modello perché Sony ha deciso di semplificare il suo eReader eliminando in primis la tastiera fisica e aggiungendo una pulsantiera per poter accedere al menù e alle impostazioni e in secundis sostituendo le batterie alcaline con le batterie al litio.

Se il primo device aveva sorpreso per i 10Mbyte di memoria… bhe questo ne vantava ben 64Mbyte.

Ciò che li accomuna è solo lo schermo anche se questo modello aveva comunque un processore più veloce.

Il 16 novembre del 2009 Sony annunciò che un nuovo aggiornamento del firmware era disponibile per i possessori del device per poter supportare anche i formati ePub.

Le dimensioni erano di 175,6 × 123,6 × 13,8 millimetri mentre il peso di 250 grammi.

Sony PRS-505

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositivi

E’ stato rilasciato il 2 ottobre del  2007, stesso anno in cui Amazon ha lanciato la sua generazione Kindle.

Il PRS 505 fondamentalmente è un’evoluzione del modello precedente. Schermo da 6 pollici a 8 livelli di grigio e display e- Ink Vizplex per un’esperienza di lettura molto realistica ed agevole.

Il PRS-505 rispetto al modello precedente è più sottile (8 mm vs 13 mm) ed ha una memoria interna da 256 Mbyte vs 64 Mbyte.

Il 24 lug 2008 il device ha ricevuto un aggiornamento del firmware per supportare Adobe Digital Editions 1.5 e Adobe DRM.

Sony PRS-700

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositivi

E’ stato rilasciato nell’ottobre 2008.

La particolarità di questo device è uno schermo touchscreen da 6 pollici con una risoluzione da 170 ppi e una luce LED per poter leggere in situazioni di scarsa visibilità.

Sembra strano leggere che questo dispositivo avesse dei LED in quanto nei suoi ultimi modelli Sony non ha mai voluto puntare sull’illuminazione frontale che era una caratteristica molto richiesta dai suoi utenti. Ma un motivo forse c’è.

In questo device la luce era così fiacca che Sony stessa ha pensato di non inserirli mai più nei suoi dispositivi ma è doveroso far sapere che ha spianato la strada ai moderni eReader.

La memoria era da 512 Mbyte espandibile con Memory Stick Duo o con schede di memoria SD.

Le dimensioni? 174,3 × 127,6 × 9,7 mm ed un peso di 284,5 grammi.

Sony Touch Edition PRS-600

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositivi

Rilasciato ad agosto 2009 ed è stato il sostituto del PRS-700.
Tra l’altro Sony per la prima volta propone degli eReader in diversi colori per soddisfare i gusti personali dei suoi utenti. In questo caso erano tre i colori a disposizione: nero, bianco e rosso.

In verità questa edizione non ha riscosso molto successo, anzi quasi per niente in quanto aveva uno schermo molto riflettente che impediva la lettura se non angolato bene rispetto alla luce e poi il nero dei caratteri non era molto intenso.

Come dicevamo prima, dopo la delusione dei LED Sony le ha rimosse.

Se non fosse stato per lo schermo riflettente a livello di funzioni era abbastanza ricco perchè era possibile prendere annotazioni, utilizzare le funzioni audio e visualizzare le immagini JPEG.

Inoltre aveva inserito, finalmente, i formati di lettura come ePUB e PDF in questo modo gli utenti potevano acquistare eBook da altri store.

Infine la memoria interna: 440 Mbyte con doppio slot di espansione per schede di memoria SD e Memory Stick Duo . Dimensioni e peso: 17,52 cm x 12,19 cm x 1 cm e 285 grammi.

Pocket Edition PRS-300

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositiviE’ stato rilasciato lo stesso giorno del PRS-600 ed è stato venduto a $ 199.

E’ stato pensato per chi ama leggere fuori casa oppure è spesso in viaggio poichè piccolo e compatto, infatti parliamo di 159 × 108 × 10 mm, ma non è leggerissimo visto che sono 220 grammi.

Lo schermo è un 5 pollici con una risoluzione pari a 800 x 600 ma non ha portato con sè alcuna novità in quanto non aveva un comparto audio, nè la memoria espandibile, né il touchscreen.

Sony PRS-Daily Edition 900

E’ stato rilasciato ad agosto 2010 e venduto al prezzo di $ 299.

Il dispositivo aveva un display touchscreen da ben 7 pollici con una risoluzSony e l'evoluzione dei suoi dispositiviione pari a 1024 x 600 pixel a 16 gradazioni di grigio.

E’ il primo modello ad offrire gratuitamente servizi wireless per scaricare ebook online.

Tra le funzioni interessanti la possibilità di visualizzare due pagine alla volta in modalità orizzontale.

Il Sony PRS-900 Daily Edition dispone di 2 GB di memoria espandibile con Memory Stick e SD fino a 32GB.

La batteria è sostituibile e si può caricare con un adattatore da parete o con cavo USB e la sua durata è di circa 12000 pagine.

Diversi i file supportati come EPUB e PDF (DRM protetto e non-DRM), senza protezione BBeB, TXT, RTF, DOC e DOCX, file audio MP3 e AAC e JPEG, GIF, PNG, BMP per le immagini.

Purtroppo anche questo schermo in alcuni angoli rifletteva la luce.

Sony Pocket Edition PRS-350

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositiviSi tratta della seconda generazione Pocket Edition lanciata ad ‘agosto 2010.

E’ la prima linea di lettori Sony ad adottare la tecnologia E-Ink Pearl, decisamente superiore rispetto alla obsoleta Vizplex.

Il Pocket Edition è sempre una versione tascabile da 5 pollici ma rispetto al modello precedente ha incorporato il touchscreen e 2Gbyte di memoria. Ma niente slot e comparto audio.

Sony PRS-650 Touch Edition

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositivi
Rilasciato ad agosto 2010 ed è un dispositivo di fascia media venduto al prezzo di $ 229.

Il PRS-650 è il terzo tentativo da parte di Sony di lanciare un eReader touchscreen.

Ricordiamo che il primo tentativo è stato il PRS 700 che aveva i famosi LED incorporati e il secondo è stato il PRS-600 che aveva lo schermo che generava troppi riflessi.

Con questo device Sony ha migliorato diversi aspetti come un touchscreen più preciso e sensibile al tocco ed uno schermo che non riflette la luce.

Inoltre viene utilizzata l’ultima tecnologia (e-Ink Pearl) che permette un contrasto più elevato e rende il testo più scuro e più definito.

Sony PRS-Daily Edition 950

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositivi

E’ stato rilasciato nell’agosto del 2010 ed aggiunge alle sue caratteristiche la connessione 3G utile per poter accedere al Reader Store ed effettuare il download dei propri libri preferiti.

Il dispositivo si connette automaticamente alla linea Wi-Fi e nel caso non trovasse il segnale passa direttamente alla connessione 3G.

Anche qui Sony punta ad uno schermo da 7 pollici, una memoria interna di 2 GB espansibile mediante una slot e supporto per l’orientamento verticale e orizzontale dello schermo.

Rimango le funzioni precedenti come il  prestito dei libri dalla biblioteca, l’accesso ai libri di Google e la possibilità di scaricare libri da moltissimi siti e biblioteche online.

Ovviamente tutto ciò non era possibile farlo in Italia.

E’ un dispositivo che ancora oggi molti utenti utilizzano, tra cui gli studenti che hanno una maggior necessità di utilizzare schermi più ampi. Purtroppo però attualmente non potranno più utilizzare il 3G visto che Sony ha chiuso il proprio store.

All’epoca è stato venduto per $ 299.

Sony PRS T1

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositivi

E’ stato rilasciato ad ottobre 2011. Non è un modello che porta con sè delle grosse novità ma piuttosto è un miglioramento del PRS-650.
E’ un 6 pollici e-ink Pearl con una risoluzione 800×600 e 16 livelli di grigio. La prima novità  è il display di tipo multi touch cioè è possibile operare con il classico movimento a due dita per effettuare lo zoom avanti e indietro, oppure strisciare un dito per lo scroll del testo oppure per voltare pagina e via dicendo.

Un’altra importante novità è il sistema operativo Android.

La memoria è sempre da 2 Gbyte espandibile mediante slot microSD.

Supporta diversi formati come Adobe DRM, EPUB, PDF, TXT, MP3, AAC, JPEG, PNG, GIF e BMP.

Sony PRS T2

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositivi

E’ stato rilasciato nel settembre 2012 ed è pressochè simile al PRS-T1.

La differenza sostanziale sta nella cornice che nel T2 è opaca e non genera riflessi fastidiosi durante la lettura.

Qui potete vedere il confronto con il modello precedente.

E’ un dispositivo e-Ink Pearl da 6 pollici a 16 tonalità di grigio ed una risoluzione pari a 800 x 600.

Le dimensioni sono 11,5 cm x 17,5 cm x 0,95 cm tali da renderlo super compatto e pratico da portare in giro.

Sony PRS T3

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositivi

E’ il più recente, rilasciato nel settembre 2013.

E’ un eReader da 6 pollici ad alta risoluzione ossia 1024 x 758 pixel.

La caratteristica che lo contraddistingue dagli altri device è l’utilizzo della tecnologia e-ink Regal che riduce l’effetto ghost e ciò significa che avrete modo di utilizzare al meglio i vostri PDF  e poi permette un refresh della pagina non più ogni 2-5 pagine bensì ogni 100 e più cambi pagina.

E’ multitouch ma non rinuncia ad alcuni comandi fisici dedicati al cambio pagina, alle impostazioni e al menù.

Il bello di questo dispositivo è che ha una cover a scatto integrata che vi permette di proteggere il vostro eReader ma inoltre una volta aperta vi permette di continuare a leggere dal punto in cui vi eravate fermati o di richiuderla per mettere in stand by il device.

Sotto la cover che potete tranquillamente rimuovere con un semplice scatto troverete invece una slot per inserire una scheda microSD.

Qui  la nostra recensione.

Sony Digital Paper

Sony e l'evoluzione dei suoi dispositivi

E’ l’ultimo nato in casa Sony ed è conosciuto anche come DPT-S1.

La caratteristica di questo dispositivo è l’utilizzo della tecnologia e Ink Mobius cioè è dotato di uno schermo EPD (Electronic Paper Display) con angoli pieghevoli tali da consentire una lettura che si avvicina a quella di un libro. Inoltre si basa sulla tecnologiaTFT che consente al device di avere uno schermo molto più leggero e grazie al pannello in plastica risulta anche molto resistente agli urti.

Il display ha una diagonale di ben 13,3 pollici ed una risoluzione pari a 1200 x 1600 pixel, circa 150 PPI. Misura solo 233 x 310 x 6,8 mm mentre il peso è di circa 359 grammi. E’ dotato di connessione wireless per poter condividere appunti, memoria interna da 4 GByte ed è compatibile unicamente con il formato PDF.

La batteria ha un autonomia di circa tre settimane con Wi-Fi spento.

E questo è tutto. 

Come abbiamo detto all’inizio anche se Sony ha abbandonato il mercato degli eReader per concentrarsi su telefonia e tablet è stata comunque un’azienda che ha  rivoluzionato e dominato in questo settore.

Le attuali aziende che producono eReader infondo devono anche ringraziare Sony perchè ha comunque lanciato tantissime novità come il touchscreeno l’illuminazione a LED. Poco importa se ad oggi non riesce più a competere con altri colossi…resta il fatto che ha creato un pezzo di storia nel campo degli eReader.

E voi quale device avete provato?

 

 

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto