Il nuovo modo di leggere libri

PocketBook Pro 902

Recensione

Ad una prima occhiata, il PocketBook Pro 902 sembra essere una versione con schermo più grande del dispositivo fratello, il PocketBook Pro 602, da 6 pollici. In realtà, anche se questa è la differenza principale tra i due, il 902 offre delle funzionalità in più che erano escluse dall’altro ebook Reader.

L’esterno

PocketBook 902 E’ evidente che non ci si possa aspettare un peso piuma e un’alta portabilità da un dispositivo con uno schermo da 9,7 pollici. Nonostante ciò, il PocketBook Pro 902 non è così invadente come lo si può immaginare. Pesa intorno ai 550 grammi, più di mezzo chilo, ma il design minimalista e la cornice sottile fanno pensare che nell’azienda si sono impegnati al massimo per caricarlo il meno possibile. Così come al modello 602, anche questo ha pochi bottoni: alcuni per la navigazione, altri per il controllo del suono e lo zoom.

La cornice e la maggior parte dei componenti esterni sono in plastica, con del metallo dove è necessario, per cui anche se può non sembrare estremamente resistente, è comunque facile da pulire e difficile da graffiare. Gli effetti anti-riflesso sono spariti dai modelli precedenti, per cui la lettura è anche più gradevole all’aria aperta.

Il PocketBook Pro 902, in sintesi, per quanto sia necessario tenerlo con due mani oppure appoggiato, è un dispositivo confortevole da usare.

L’hardware

Al giorno d’oggi gli schermi che utilizza PocketBook, ovvero i Vizplex, non sono più considerati adeguati alle aspettative di lettura, in termini di contrasto e definizione, rispetto al più recente Pearl o ai nuovi schermi HD. D’altronde non è necessario compiangere questo fatto, in quanto la lettura è più che decente e godibile.

Un fattore che è più da tenere in considerazione, invece, è la velocità. Il 902 non è stato reso più rapido della media dei dispositivi e, date le dimensioni, questo lo porta a volte ad essere più lento rispetto ad altri eReader che si possono usare. Non è chiaro se questo è dovuto al software o all’hardware, ma quando capita bisogna essere pazienti. Certo, con gli ebook Reader è normale nei documenti più pesanti, ma qui il problema accade, per esempio, nella rotazione automatica di pagina.

Un altro dettaglio che può infastidire è l’assenza del touch-screen e, come nel 602, la mancanza di una tastiera sia fisica che virtuale. Come nel modello più piccolo, anche qui per scrivere bisogna usare il bottone direzionale e scegliere, una ad una, le lettere e i numeri.

Parlando di altri dettagli, riguardo la batteria per esempio, il PocketBook Pro 902 è molto efficiente. Essa può durare fino a due settimane di lettura intensa, ovvero circa 7000 pagine sfogliate. Per un ebook Reader da 6 pollici è poco, ma per uno da quasi 10 è un buon risultato – per non contare che con una superficie maggiore avrete meno pagine da sfogliare.

La memoria interna è di 2 GB, di cui circa 1 GB utilizzabile, ma il dispositivo ha delle entrate per le schede di memoria, che è espandibile fino a 32 GB.

Dal punto di vista della connettività, il 902 è fornito di Wi-Fi e Bluetooth. Dunque, almeno in teoria, scaricare materiale da Internet non dovrebbe essere un problema.

Il software e le funzionalità

L’ebook Reader utilizza un sistema operativo Linux, come quasi tutti questi dispositivi, con molti widget – o piccole applicazioni – come un calendario e un orologio, ma anche molte altre che rendono il tutto molto personalizzabile.

Per esempio c’è un dizionario e un browser web. Sul primo c’è poco da dire, funziona in modo efficiente anche se è solo in inglese – per cui è necessario comprarne un altro per le traduzioni – mentre il browser sembra non abbia subìto cambiamenti dalle pessime prestazioni del 602.

Già lanciarlo non è semplicissimo, in quanto è un po’ nascosto. Vi sono due modi: uno è aprendo il bookstore di Pocket Book, Bookland.net, e l’altro è nella sezione ‘Giochi’, insieme con la calcolatrice.

La navigazione poi è drammatica. Oltre al fatto di non poter inserire gli indirizzi se non usando il tasto multi direzionale, è anche davvero lento. Comunque, non compromette l’eReader, perché la navigazione non è la funzionalità principale – anche se importante nell’acquisto di ebook.

Ci sono molti aspetti positivi in questo dispositivo. Primo fra tutti, il text-to-speech (TTS) è davvero funzionale, con 24 parlare differenti (metà uomini e metà donne) che si avvicinano molto alla parlata naturale – chiaramente funziona meglio con i testi inglesi.

Un altro vantaggio del PocketBook Pro 902 è l’alta personalizzazione. Come nel 602, ciascun bottone ha due funzionalità: una quando è premuto per poco tempo e una quando è completamente premuto. E’ possibile gestire le funzionalità in modo autonomo, e altro software può essere scaricato e installato nel dispositivo. Che però, grazie all’ampiezza dello schermo, non è così disordinato e complicato come nel dispositivo minore.

Uno degli aspetti eccezionali di questo eReader è il supporto dei formati, arrivando addirittura a 16. All’interno c’è un lettore apposito per gli FB2 e anche uno per i PDF (è possibile installare Adobe Reader o PdfViewer). Lo schermo grande rende ottima la lettura di questi ultimi, specialmente se hanno grafica e immagini. E’ possibile non solo zoomare, ma anche cambiare la dimensione del testo e altri elementi grafici. Con gli FB2, d’altronde, è possibile cambiare la formattazione del testo mentre si legge. Tra gli altri formati, supporta anche gli ePub, gli HTML, gli RTF, i PRC (formato Mobi dunque), i DOC di Word e così via.

Come chicca, il dispositivo funziona anche da lettore mp3 e ha tutte le funzionalità per evidenziare  e mettere segnalibri, ma non per scrivere note originali.

Conclusioni

Il PocketBook Pro 902 è un ottimo modello per la lettura, ma disturba un po’ per i difetti interni e la realizzazione, pare lasciata a metà, di alcune funzioni. Se si richiede un’ottima esperienza di lettura e una connettività ottima, questo probabilmente non è un buon acquisto. Ma se si può fare a meno di Internet, o quasi, e si vuole sfruttare al massimo la lettura e la personalizzazione, il 902 offre molto. Il touch-screen, presente nel modello 903, avrebbe aiutato parecchio.

torna al menu

Pro

  • Batteria di buona durata
  • Schermo grande ed efficiente
  • Alta personalizzazione
  • Ottimo Text-to-speech

Contro

  • Connettività a Internet pessima
  • Problemi in alcune funzionalità
  • Mancanza di una tastiera
  • Schermo Vizplex

torna al menu

Caratteristiche

  • DIMENSIONI: 263 x 190,3 x 11 mm
  • PESO: 544 gr
  • SCHERMO: 9,7″ E-Ink Vizplex
  • MEMORIA: 2GB, espandibile fino a 32 GB
  • BATTERIA: due settimane, circa 7.000 pagine
  • WIRELESS: Wi-Fi e Bluetooth

torna al menu

Argomenti Correlati:

Hai trovato interessanti gli articoli di ebook-reader.it?

Aiuta questo sito a sostenersi, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

3 Commenti

  1. Vizplex è la prima generazione di schermi e-ink, per un approfondimento sui display: http://www.ebook-reader.it/tecnologia-display/schermi-a-colori-triton-vs-vizplex-e-pearl-di-e-ink-il-nuovo-che-avanza/

  2. Scusa ma tu dici che pocketbook utilizza la tecnologia vizplex ma sul loro sito scrivono che il modello pro 902 è dotato di uno schermo e-ink.. (ma d’altronde c’é scritto anche che ha 7”.. mah!!) ciaoo

    http://www.pocketbook-int.com/us/products/pocketbook-902

  3. Finalmente è stato recensito questo ereader che io posseggo da 3 mesi e con il quale mi trovo non bene, …ma benissimo.
    E’ vero che sul fattore web non arriva alla sufficienza, ma dato che io non lo uso per questo motivo, devo dire che il resto (quello che deve fare, ovvia lettore di ebook) lo fa in maniera ottima.
    Lo consiglio veramente a tutti

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai un voto